Eventi storici

Illuminismo (riassunto)

Print Friendly
Illuminismo - Enciclopedia

L'Illuminismo è un movimento intellettuale, politico e ideologico che nacque nell’Europa del Settecento. Esso ha caratterizzato tutto l’orientamento culturale del secolo stesso ed è stato fondamentale perché ha stravolto il pensiero intellettuale e non solo. Nacque in Francia ma si diffuse molto presto in Inghilterra e poi in tutta l’Europa, arrivando perfino al Nord America. La ...

I fogli della contestazione negli anni 1968 e 1969

Print Friendly
fogli della contestazione: Il Manifesto - giornale

Tra il 1968 e il 1969 si verificano alcuni mutamenti di direzione nei giornali, si tratta di giornalisti tutti d’impronta liberale. Subiscono un'evoluzione le agenzie di stampa, i settimanali e nascono i cosiddetti Fogli della contestazione. In questi anni “Il Corriere” è diretto da Giovanni Spadolini. Nel campo dei settimanali le novità sono due. Riguardano l’estensione dell’impiego del ...

I quotidiani dopo l’avvento della televisione

Print Friendly
Domenica del Corriere - 1962

Con l’avvento della radio, la stampa aveva già perduto il monopolio dell’informazione. Poi, con la televisione, si trova di fronte a un mezzo capace di attirare milioni di persone. È urgente ed indispensabile battere altre strade, valorizzare le altre funzioni dei quotidiani: quelle della spiegazione e dell’interpretazione. I più colpiti sono i quotidiani della sera. Per i ...

La nascita della televisione italiana

Print Friendly
La Stampa, 3 gennaio 1954

Il 3 gennaio 1954 anche l'Italia entra nell’era televisiva. E' in questa data che si è soliti far risalire la nascita della televisione italiana. La tv parte lentamente tra molte difficoltà di carattere economico e non poche incomprensioni del mondo politico e di quello della cultura. Ma poi, quasi di colpo, la Tv comincia a mostrare ...

La fine dell’era De Gasperi e la nascita del quotidiano “Il Giorno”

Print Friendly
Il Giorno - primo numero

Con la sconfitta della coalizione centrista nelle elezioni del 7 giugno 1953, si segna la fine dell’era De Gasperi e della Dc. Per l’Italia, è il momento dell’industrializzazione e si verifica un’ondata migratoria dal Sud verso le zone industrializzate del Nord. Nonostante i cambiamenti politici, i quotidiani come il "Corriere", “La Stampa” e il “Messaggero” pubblicano ...

L’Assemblea Costituente e la libertà di stampa nel 1946

Print Friendly
Articolo 21 della Costituzione - libertà di stampa

Siamo nel 1946. Quando l’Assemblea Costituente affronta il problema della libertà di stampa si apre un dibattito: la situazione giuridica è ibrida più o meno in tutti i settori del diritto, perché ancora sopravvive l’ordinamento fascista, appena ritoccato dai decreti emanati d’urgenza. L’ultimo decreto del 31 maggio 1946 si limita ad abrogare il sequestro preventivo per ...

La stampa dopo il fascismo: il governo guidato da Ferruccio Parri

Print Friendly
Ferruccio Parri

Nella seconda metà del 1945, nei maggiori centri del Nord, le stazioni radio riprendono a funzionare. L’Italia ha un nuovo governo, guidato da Ferruccio Parri, uno dei comandanti del movimento partigiano. Le uniche novità del giornalismo, in questi primi mesi di libertà, sono rappresentate dai quotidiani del pomeriggio. A Milano, ne escono tre: "Corriere lombardo", "Corriere ...

La libertà di stampa dopo il fascismo

Print Friendly
La libertà di stampa dopo il fascismo: il giornale "La Vita del Popolo" (Treviso, 30 aprile 1945)

La stampa dopo il fascismo (così come la libertà di stampa) visse un periodo che potremmo definire di libertà vigilata. Stampa e media iniziarono a dipendere infatti dal governo militare alleato (angloamericani), che agì attraverso il PWB (Psycological Walfare Branch). La stampa dopo il fascismo: il contesto storico e le pubblicazioni In Sicilia e in Calabria escono i primi fogli di piccolo ...

Tangentopoli: il caso Mani pulite

Print Friendly
Tangentopoli e l

In questo articolo, raccontiamo uno dei più grandi scandali che colpì l'Italia nel febbraio del 1992, periodo in cui ebbe inizio Tangentopoli. Tutto fu scatenato da un episodio molto particolare, che consisteva nell'azione del socialista Mario Chiesa, presidente e amministratore della casa di cura "Pio Albergo Trivulzio" avente sede a Milano, che ricevette nel suo ufficio ...

La guerra di Etiopia del 1935 (riassunto)

Print Friendly
Guerra di Etiopia: Emilio De Bono in Abissinia

Prima di arrivare a riassumere ed analizzare la Guerra di Etiopia del 1935 (talvolta nota anche come guerra d'Abissinia o campagna d'Etiopia), facciamo una breve introduzione ricordando lo scenario storico: in passato, le più grandi potenze europee si vantarono di avere numerose colonie: alla fine dell'Ottocento, l'Impero Britannico risultò vastissimo; non da meno fu quello francese, mentre Germania ...

Pag. 1 di 2112345...20...»|