Case à l’Estaque, di Cézanne: descrizione e analisi del quadro

Le Case à l’Estaque del pittore Paul Cézanne è un dipinto olio su tela che misura 65 x 81.3 cm, realizzato dall’artista nel 1883 circa. E’ visibile presso la National Gallery di Washington (USA).

Case à l'Estaque - quadro di Cézanne
Case à l’Estaque: l’immagine del quadro di Paul Cézanne

Case à l’Estaque: analisi dell’opera

Cézanne nell’ottobre del 1882 si trasferisce in Provenza, stanco, deluso dalla vita e dagli ambienti culturali e artistici della capitale francese.

Vi rimane per tre anni a dipingere. All’Estaque incontra Renoir del quale rimarrà sempre amico, nonostante avessero ormai un concetto e uno stile pittorico diverso.

Case à L’Estaque, realizzato nella valle del Riaux, è quasi un esperimento; Cézanne realizza parecchie vedute, fino a raggiungere il suo intento: trasformare la vista del paesaggio, delle case e della natura in una ricostruzione plastica.

Il quadro

A dominare il dipinto c’è un cielo color indaco attraversato da nubi bianche.

Sul pendio ripido di una collinetta vediamo rocce e cespugli, ampi squarci di verde e tre case.

Al centro del dipinto troviamo ancora casette: si possono vedere una piccola porta e una finestrella aperta. In basso, la fine della collina è sovrastata da alberi e cespugli.

Cézanne studia accuratamente il paesaggio cogliendone le forme prima di metterlo sulla tela.

In questo dipinto gli ingombri di case e paesaggio sono costruiti attraverso il contrasto cromatico dei colori. Le pennellate in senso obliquo sono forti: danno quasi l’impressione di scolpire la tela, più che dipingerla.

Luce e colore

Sono proprio i contrasti di colore a permettere all’artista di elaborare un nuovo linguaggio per la concezione dello spazio.

In tutto il quadro, il colore dominante è il verde che si alterna al marrone, e al grigio delle rocce. Sono colori prevalentemente freddi che si riscaldano solo con qualche tocco di arancione e di ocra nelle case.

A schiarire e riscaldare c’è l’indaco del cielo, inframmezzato da nuvole bianche; poi qualche tocco di rosa e di grigio.

In Case à L’Estaque, Cézanne supera la prospettiva utilizzata fino all’impressionismo, e crea, come si è visto un nuovo concetto di spazio.

Per questo motivo è considerato il precursore delle esperienze artistiche moderne a partire dal Cubismo.

In questa opera lo spazio non è concepito come un contenitore geometrico nel quale organizzare gli oggetti.

In seguito non solo le case e i paesaggi, ma anche le nature morte di Cézanne, si espanderanno in forme tridimensionali.

Altri quadri

E’ interessante confrontare anche solo visivamente quest’opera con altre che si rifanno allo stesso luogo:

  1. quella omonima cubista di Georges Braque (iniziatore del Cubismo assieme a Pablo Picasso);
  2. oppure con Il golfo di Marsiglia dalla veduta dell’Estaque, realizzato pochi anni prima dallo stesso Cézanne.
Case a l'Estaque (Maisons à l'Estaque) – Houses at L'Estaque, quadro di Georges Braque
Case a l’Estaque (Maisons à l’Estaque) – quadro di Georges Braque del 1908

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Annamaria Pertosa

Annamaria Pertosa ha sempre lavorato per parecchie testate giornalistiche. Dopo un periodo al Centro Nazionale Studi manzoniani, in cui si è occupata di critica letteraria, è passata alla cronaca, ha fatto spettacolo e televisione, per approdare infine al teatro di prosa. Ha al suo attivo un libro: Essere Attore, in cui intervista i maggiori attori italiani da Albertazzi a Gassman e registi da Giorgio Strehler a Peter Ustinov.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap