Case à l’Estaque, di Cézanne: descrizione e analisi del quadro

Le Case à l’Estaque del pittore Paul Cézanne è un dipinto olio su tela che misura 65 x 81.3 cm, realizzato dall’artista nel 1883 circa. E’ visibile presso la National Gallery di Washington (USA).

Case à l'Estaque - quadro di Cézanne
Case à l’Estaque: l’immagine del quadro di Paul Cézanne

Case à l’Estaque: analisi dell’opera

Cézanne nell’ottobre del 1882 si trasferisce in Provenza, stanco, deluso dalla vita e dagli ambienti culturali e artistici della capitale francese.

Vi rimane per tre anni a dipingere. All’Estaque incontra Renoir del quale rimarrà sempre amico, nonostante avessero ormai un concetto e uno stile pittorico diverso.

Case à L’Estaque, realizzato nella valle del Riaux, è quasi un esperimento; Cézanne realizza parecchie vedute, fino a raggiungere il suo intento: trasformare la vista del paesaggio, delle case e della natura in una ricostruzione plastica.

Il quadro

A dominare il dipinto c’è un cielo color indaco attraversato da nubi bianche.

Sul pendio ripido di una collinetta vediamo rocce e cespugli, ampi squarci di verde e tre case.

Al centro del dipinto troviamo ancora casette: si possono vedere una piccola porta e una finestrella aperta. In basso, la fine della collina è sovrastata da alberi e cespugli.

Cézanne studia accuratamente il paesaggio cogliendone le forme prima di metterlo sulla tela.

In questo dipinto gli ingombri di case e paesaggio sono costruiti attraverso il contrasto cromatico dei colori. Le pennellate in senso obliquo sono forti: danno quasi l’impressione di scolpire la tela, più che dipingerla.

Luce e colore

Sono proprio i contrasti di colore a permettere all’artista di elaborare un nuovo linguaggio per la concezione dello spazio.

In tutto il quadro, il colore dominante è il verde che si alterna al marrone, e al grigio delle rocce. Sono colori prevalentemente freddi che si riscaldano solo con qualche tocco di arancione e di ocra nelle case.

A schiarire e riscaldare c’è l’indaco del cielo, inframmezzato da nuvole bianche; poi qualche tocco di rosa e di grigio.

In Case à L’Estaque, Cézanne supera la prospettiva utilizzata fino all’impressionismo, e crea, come si è visto un nuovo concetto di spazio.

Per questo motivo è considerato il precursore delle esperienze artistiche moderne a partire dal Cubismo.

In questa opera lo spazio non è concepito come un contenitore geometrico nel quale organizzare gli oggetti.

In seguito non solo le case e i paesaggi, ma anche le nature morte di Cézanne, si espanderanno in forme tridimensionali.

Altri quadri

E’ interessante confrontare anche solo visivamente quest’opera con altre che si rifanno allo stesso luogo:

  1. quella omonima cubista di Georges Braque (iniziatore del Cubismo assieme a Pablo Picasso);
  2. oppure con Il golfo di Marsiglia dalla veduta dell’Estaque, realizzato pochi anni prima dallo stesso Cézanne.
Case a l'Estaque (Maisons à l'Estaque) – Houses at L'Estaque, quadro di Georges Braque
Case a l’Estaque (Maisons à l’Estaque) – quadro di Georges Braque del 1908

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Annamaria Pertosa

Annamaria Pertosa

Annamaria Pertosa ha sempre lavorato per parecchie testate giornalistiche. Dopo un periodo al Centro Nazionale Studi manzoniani, in cui si è occupata di critica letteraria, è passata alla cronaca, ha fatto spettacolo e televisione, per approdare infine al teatro di prosa. Ha al suo attivo un libro: Essere Attore, in cui intervista i maggiori attori italiani da Albertazzi a Gassman e registi da Giorgio Strehler a Peter Ustinov.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap