Differenza tra sauna e bagno turco

Print Friendly

Quando pensiamo al relax, immediatamente ci vengono alla mente sauna e bagno turco. Ma quale differenza intercorre tra i due vocaboli? Innanzitutto, sia sauna che bagno turco apportano effetti benefici al nostro organismo. Tra i più rilevanti, la possibilità di consentire l’eliminazione delle tossine, dell’acido lattico, dell’acido urico, dei grassi superflui e degli aminoacidi, rinvigorendo così il nostro sistema linfatico.

Sono utili per purificare la nostre pelle, contribuiscono alla rigenerazione dei tessuti e sono indispensabili nella regolarizzazione della pressione sanguigna. In ultimo, hanno un’azione allenante nei confronti dei vasi sanguigni.

Sauna
Sauna

La sauna

La sauna è caratterizzata da caldo elevato e secco che permette di abbassare i livelli di stress e di rafforzare le nostre difese immunitarie, grazie alla sua efficace azione antibatterica. E’ molto indicata per chi pratica sport, svolgendo un naturale effetto decontratturante sulla nostra muscolatura affaticata. È altresì ideale per limitare patologie localizzate come traumi muscolari o osteoarticolari.

La sauna viene solitamente effettuata in un locale rivestito generalmente di legno di pino. Il calore si ottiene versando acqua da una tinozza su pietre ardenti contenute in un forno collocato all’interno. La temperatura può toccare anche gli 80 – 90 gradi. Nelle cabine ci sono delle panche poste a diverse altezze, dove è possibile sedersi. L’umidità nella sauna è pressoché inesistente (può arrivare al massimo al 10/15%).







La sauna stimola molto di più la sudorazione, donando al nostro corpo tutti i suoi benefici purificanti, di regolazione della pressione e di aumento della traspirazione della pelle che ne derivano. Influenza beneficamente le costanti fisiche e fisico-chimiche del sangue, il sistema neurovegetativo, gli organi emuntori. Per i suoi effetti antidolorifici è consigliata anche a chi soffre di reumatismi e artrosi.

Bagno turco
Bagno turco

Il bagno turco

Il bagno turco, invece, è caratterizzato dalla presenza evidente del vapore. È utile per l’espulsione delle eventuali tossine accumulate e migliora le condizioni delle maggiori affezioni delle vie respiratorie anche grazie alle essenze balsamiche inalate insieme con il vapore.

Consigliata per attenuare sinusiti, bronchiti e riniti, soprattutto se è abbinato all’aromaterapia, contro la ritenzione di liquidi, senza dimenticare i benefici che apporta contro l’insonnia. Il bagno turco si presenta solitamente composto da una cabina rivestita di piastrelle, o comunque di materiale capace di mantenere l’ambiente umido.

La temperatura, al suo interno, è compresa tra i 40 e i 60 gradi, mentre la relativa percentuale di umidità che si avverte, si aggira attorno al 90 – 95%. Alcuni tipi di bagno turco sono dotati anche di cromoterapia e aromaterapia, di vasche idromassaggio con acqua fredda o cabine doccia con getti idromassaggio.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante