Ritratto di giovane. Autoritratto di Antonello da Messina.

Print Friendly, PDF & Email

E’ conosciuto come “Ritratto di giovane”. E’ un quadro famoso di Antonello da Messina. Si ipotizza che possa essere un suo autoritratto. Il dipinto fu realizzato fra il 1473 e il 1474. La tecnica è quella dell’olio su tavola. Attualmente il quadro è esposto alla National Gallery di Londra.

Antonello da Messina, ritratto di giovane (o autoritratto)
Antonello da Messina: Ritratto di giovane. Forse autoritratto.

Ritratto di giovane: descrizione del dipinto

Ci troviamo di fronte ad uno dei quadri più interessanti e vivi di Antonello da Messina. La raffinata realizzazione del colore degli occhi, che rendono lo sguardo del soggetto luminoso e profondo, dimostrano la qualità altissima dell’artista.

Così come la microscopica e finissima pittura dei capelli che sembrano veri e sporgenti dimostrano come Antonello sia riuscito a superare l’insegnamento dei fiamminghi nella realizzazione perfetta dei dettagli.

Ma chi è realmente il soggetto?

Autoritratto di Antonello da Messina

Grazie ad alcuni documenti afferenti al dipinto si è ipotizzato che il soggetto fosse lo stesso Antonello. Nel testamento di Roberto Canonici, che fu scritto nel 1632, è riportata la descrizione del quadro e l’attribuzione ad Antonello come autore dell’autoritratto.

Un’altra prova deriverebbe da un’iscrizione realizzata nel settecento da un signore, evidentemente proprietario della tela. In tale iscrizione si legge che per comodità il proprietario ammette di aver ridotto la tela dove era riportato un cartellino su cui Antonello dichiarava di essere l’autore del dipinto.

In entrambi i casi ci sono dei dubbi.

Nelle sue tele Antonello non dichiarava mai il nome del soggetto e quindi pare difficile che si sia firmato in quel modo. Inoltre l’età del giovane confligge con quella dell’artista che a quell’epoca aveva quarantacinque anni.

LEGGI ANCHE  Crocifissione, opera di Antonello da Messina

Ad ogni modo il soggetto è un uomo giovane, di buona famiglia i cui abiti lo identificano come appartenente ad una classe sociale media.

Antonello da Messina ritratto di giovane o autoritratto
Il volto in dettaglio

Commento all’opera

Antonello da Messina raggiunge con questo ritratto di giovane (o autoritratto) una meravigliosa sintesi fra dettaglio e introspezione psicologica.

Solo osservando la plasticità dell’espressione e il gioco di ombre che costruiscono i muscoli, ci si rende conto del capolavoro e della forza espressiva del soggetto.

Mentre lo si osserva si passa gradualmente dal colore del berretto che si affloscia in alto a destra, alle ciglia, agli occhi il cui sguardo determina il carattere della persona, alla plasticità del volto, alle ombre della muscolatura e ai peli radi della barba.

Anche l’abbigliamento è descritto con dovizia di particolari. Basta, infatti, osservare la straordinaria piega della camicia, la tunica con le righe spesse che rendono la stoffa più morbida e che indicano anche la possibile collocazione sociale del giovane.

Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante