La dieta mediterranea

Print Friendly

La dieta mediterranea è il regime alimentare adottato in tutti i paesi del bacino del Mar Mediterraneo, in particolare l’Italia, la Grecia, la Spagna e il Marocco. È stata dichiarata Patrimonio culturale immateriale dall’ UNESCO nel 2010 per i suoi influssi benefici sul fisico umano. Oggi è considerata il modello ideale da seguire per una corretta e sana alimentazione al contrario di quelle diete che si sono diffuse a partire dagli anni ’60 proponendo modelli basati su squilibri alimentari.

Una tavola imbandita con i cibi simbolo della Dieta Mediterranea
La dieta mediterranea

Purtroppo oggi la dieta mediterranea è poco praticata a favore di un maggior consumo di cibi grassi, fritti e dolci da parte soprattutto dei giovani.

Seguendo questo regime alimentare è possibile ridurre il rischio di obesità, di malattie cardiovascolari e diabete. Non è fantascienza ma tutto è stato provato scientificamente attraverso importanti studi di ricercatori.

Il primo ad avviarsi in questo senso è stato Lorenzo Piroddi autore e medico noto per il suo libro Cucina mediterranea. Ingredienti, principi dietetici e ricette al sapore di sale (1993) che condusse ricerche sull’alimentazione dei paesi della zona mediterranea già dagli anni ’30. Fu poi lo scienziato americano Ancel Keys, con il volume Eat well and stay well. The Mediterranean way (1975), a condurre ricerche presso Nicotera, nell’ isola di Creta, dove notò il rapporto tra la bassa incidenza di malattie cardiovascolari e la dieta condotta dagli abitati del posto.

Era proprio l’olio d’oliva il segreto della lunga vita?

Confrontando i tassi di mortalità per ischemia in sette paesi europei, notò che in quelli dove si utilizzavano grassi saturi come il burro si moriva di più per patologie cardiovascolari. Egli continuò poi le sue ricerche anche nel Cilento e si trasferì a Pioppi, paese in provincia di Salerno dove visse per 40 anni. Proprio a Pioppi si è poi tenuto nel 2009 il Convegno sulla dieta mediterranea per diffondere e divulgare questo sano stile di vita.







La dieta mediterranea è allora il segreto per vivere meglio? Certamente non è possibile dare una risposta affermativa a questa domanda ma essa aiuta molto a condurre un sano stile di vita.

I cibi della dieta mediterranea

Si basa su pochi alimenti base e principali e soprattutto sull’ingrediente fondamentale che è l’olio d’oliva. Prevede il consumo moderato di cereali, quindi anche i derivati come farina, pane e pasta che sono alla base della piramide alimentare e si possono consumare tutti i giorni, non eccedendo nelle quantità. Frutta e verdura gli altri elementi importantissimi da consumare ogni giorno, in quantità variabile e preferendo sempre la scelta di alimenti di stagione. Il pesce può essere consumato due, tre volte alla settimana con ricette semplici ed evitando la frittura.

Alcuni cibi della dieta mediterranea

Per quanto riguarda la carne, è bene averne un consumo moderato e preferire quella bianca a quella rossa che risulta più pesante e difficile da digerire, quindi via libera a pollo, coniglio e tacchino.

L’uovo va consumato massimo due volte alla settimana, invece per quanto riguarda i latticini è bene scegliere un bicchiere di latte al giorno e due volte alla settimana i suoi derivati (mozzarella, provola, formaggi non troppo grassi). È permesso anche un buon bicchiere di vino rosso giornalmente.

Il segreto vero e proprio sta nella presenza nell’olio d’oliva degli antiossidanti e dei grassi monoinsaturi, che diminuiscono i livelli di colesterolo cattivo e innalzano quelli di colesterolo buono. Gli antiossidanti sono fondamentali  perché proteggono le cellule contro l’invecchiamento. Seguendo questi semplici consigli e questo stile di vita sano è possibile tenere il peso sotto controllo per l’annuale prova costume e anche aiutare l’organismo a prevenire malattie e vivere in maniera più sana.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Anna D'Agostino

Anna D'Agostino

Anna D'Agostino è nata e cresciuta a Napoli. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, è una grande appassionata di libri e scrittura. Collabora come giornalista pubblicista presso varie testate online e lavora come insegnante di approfondimento letterario presso una scuola media.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante

Per ottenere qualcosa di diverso è prima necessario essere una persona diversa. Qualunque ambito della nostra vita migliora quando noi miglioriamo, ma non prima. L'ordine è sempre questo. Per cui poniamoci come prima cosa queste domande: Sappiamo riconoscere la differenza tra nutrizione e alimentazione? Come e quando scegliamo la strada della salute e del benessere? Perché poi ce ne allontaniamo? Quanto controllo abbiamo su di essa? Se il percorso intrapreso cambia, come facciamo a mantenerci equilibrati e costanti? Sono domande importanti per raggiungere il benessere, sono domande difficili se non sappiamo darci una risposta, ma la risposta c’è è qui: http://www.benessereunico.com