Voti beffa nell’elezione del Presidente della Repubblica: cosa sono?

Il procedimento che porta alla elezione definitiva del Presidente della Repubblica Italiana è scandito da varie tappe. Durante i primi tre scrutini può capitare che, non essendoci un accordo tra le forze politiche sul nominativo da eleggere, saltino fuori i cosiddetti “voti beffa”.

Tali voti dispersi vengono verbalizzati dai funzionari della Camera dei Deputati. Chiaramente suscitano ilarità tra i presenti allo spoglio.

Voti beffa: ecco i nomi più frequenti

Quali sono i protagonisti dei voti beffa?

C’è da dire che la fantasia nel trovare nomi inconsueti va davvero a briglie sciolte.

Tra quelli più curiosi che vengono fuori c’è Rocco Siffredi e Sergio De Caprio.

Non mancano i nomi riguardanti i personaggi più noti della tv e in generale dello spettacolo: Sabrina Ferilli, Valeria Marini, Ezio Greggio, Enzo Iacchetti, Sophia Loren, Michele Cocuzza, Francesco Guccini.

Giornalisti e personaggi autorevoli

I “Grandi Elettori” che non intendono accordarsi sulla scelta del futuro Capo dello Stato si divertono a citare altri personaggi che-secondo loro- sono abbastanza autorevoli per ricoprire una carica del genere. In passato sono emersi i nomi di Don Luigi Ciotti Presidente di “Libera”, Margherita Kuck, alcuni giornalisti come Giuliano Ferrara, Paolo Mieli, Pasquale Laurito.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Cristiana Lenoci

Cristiana Lenoci è laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La sua grande passione è la scrittura. Ha maturato una discreta esperienza sul web e collabora per diversi siti. Ha anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap