Uovo di Colombo: cosa significa e da dove deriva il modo di dire

L’espressione “Uovo di Colombo” è utilizzata nell’italiano corrente, e anche in altre lingue, per indicare una soluzione facile a un problema apparentemente impossibile. Questo modo di dire proviene da un aneddoto legato al Colombo storicamente più famoso, l’esploratore genovese Cristoforo Colombo.

Uovo di Colombo
Cristoforo Colombo e il suo uovo, al centro

Nel 1493 in Spagna

La vicenda a cui si fa risalire il modo di dire “l’uovo di Colombo” ci porta alla fine del Quattrocento. Cristoforo Colombo è da poco tornato dalla sua più celebre esplorazione che, alla ricerca del passaggio a Ovest verso le Indie, lo ha portato alla scoperta dell’America.

La popolazione sta festeggiando questo traguardo e Colombo viene chiamato nella dimora del Cardinale Mendoza per una cena in suo onore. Colombo si ritrova al tavolo con alcuni gentiluomini spagnoli che, però, tendono a sminuire la sua impresa.

I signori, pur riconoscendo la conquista ottenuta, la denigrano dando un grande ruolo ai mezzi di cui Colombo disponeva: tutti, insomma, in quelle condizioni avrebbero raggiunto un tale risultato, sentenziano.

Il primo uovo di Colombo

A quel punto Colombo, stufo delle illazioni che i signori gli rivolgevano, li sfida. Prende un uovo e chiede loro di metterlo in posizione verticale sul tavolo. Ognuno prova e riprova più volte, ma invano.

Stanco, Colombo batte il fondo dell’uovo sullo spigolo del tavolo appiattendone la superficie quindi pone l’uovo sul tavolo: esso resta in piedi, fermo.

Gli astanti osservano la soluzione del navigatore, ma non tardano a disprezzare ancora; come per l’approdo nelle Indie poi rivelatesi Americhe commentano col dire che tutti avrebbero potuto farlo.

Si narra allora che Colombo rispose per le rime:

La differenza, signori miei, è che voi avreste potuto farlo, io invece l’ho fatto!

Uovo di Colombo o uovo di Brunelleschi?

Questo aneddoto si trova anche in un’opera dello storico Girolamo Benzoni. Ma Giorgio Vasari lo attribuisce a Filippo Brunelleschi.

L’architetto stava lavorando per aggiudicarsi il prestigioso appalto della costruzione della cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore (poi Cupola Brunelleschi). Quando si trova a spiegare i dettagli di come avrebbe elevato la cupola, sfida i suoi concorrenti con il gioco dell’uovo in piedi. Il resto della vicenda prosegue come per Cristoforo Colombo.

Lo stesso Vasari ammette di essere venuto a conoscenza dell’episodio, ma di non avervi mai assistito direttamente.

Egg of Columbus: l’uovo di Colombo nella letteratura

Come dicevamo all’inizio l’espressione Uovo di Colombo è usata anche in altre lingue (in lingua inglese: egg of Columbus). Si ritrova in molti testi della letteratura: inglese, americana e non solo. L’autrice Mary Shelley, per esempio, utilizza questa espressione nell’introduzione di “Frankenstein” del 1869:

In tutto quello che riguarda le scoperte e le invenzioni, anche se queste appartengono all’immaginazione, ci ricordiamo della storia di Colombo e del suo uovo. L’invenzione consiste nella capacità di cogliere le capacità di un soggetto e nel potere di plasmare e modellare le idee suggeritegli.

Ancora, celebri riferimenti letterari al cosiddetto Uovo di Colombo si ritrovano:

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Maria Cristina Costanza

Maria Cristina Costanza è nata a Catania il 28 gennaio 1984. Lascia la Sicilia a 18 anni per trasferirsi a Roma, dove si laurea in Comunicazione a La Sapienza. Sin da studentessa si orienta verso il giornalismo culturale collaborando con settimanali on line, webzine e webtv, prima a Roma poi a Perugia e Orvieto, dove vive attualmente. Dal 2015 è giornalista pubblicista. Col giornalismo, coltiva la sua 'altra' passione: la danza. Forte di quasi 20 anni di studio fra Catania, Roma, Perugia e New York oggi è insegnante di danza contemporanea e classica a Orvieto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap