Alla ricerca del tempo perduto (opera di Proust)

Print Friendly, PDF & Email

Con le sue 3.724 pagine, l’opera “Alla ricerca del tempo perduto” è considerata il romanzo più lungo del mondo secondo il Guinness dei primati. Venne scritta da Marcel Proust tra il 1909 e il 1922, ma fu pubblicata in sette volumi tra il 1913 e il 1927. Probabilmente sarebbe stata ancora più lunga se egli non fosse deceduto mentre terminava una delle sue revisioni.

Alla ricerca del tempo perduto - Proust
Alla ricerca del tempo perduto, opera in 7 volumi di Marcel Proust

Sicuramente si tratta di una delle opere più importanti della letteratura, sia per lo spaccato filosofico che per l’evoluzione del pensiero di Proust.

I 7 volumi

Alla ricerca del tempo perduto è composto da sette volumi:

  • La strada di Swann (1913),
  • All’ombra delle fanciulle in fiore (1919),
  • I Guermantes (1920),
  • Sodoma e Gomorra (1921-22),
  • La prigioniera (1923),
  • La fuggitiva (1927),
  • Il tempo ritrovato (1927).

La storia del romanzo

Il romanzo fu duramente accolto dalle case editrici, che non capirono subito la sua portata rivoluzionaria. Proust dovette quindi faticare molto per vedere l’opera pubblicata per la prima volta dall’editore Bernard Grasset, e gli offrì perfino di pagare le spese di pubblicazione. Successivamente però le case editrici che lo rifiutarono si resero conto del grandissimo errore commesso.

Riassunto e trama

L’opera narra la storia di Marcel che diventa scrittore: egli decide finalmente di scrivere un romanzo sugli uomini e sul tempo dopo aver vinto tutte le sue insicurezze fisiche e soprattutto psicologiche.

Il racconto inizia con Marcel che rievoca i tempi della sua infanzia, trascorsa a Combray, una cittadina di provincia. Si ricorda della mamma, della zia e di Gilbert , suo primo amore.

Mediante l’espediente di un flashback, racconta la storia dei genitori di Gilbert, Odette e Swann, che vivono una grande passione tra i salotti parigini.







Marcel prosegue il racconto con la sua adolescenza parigina e il viaggio estivo sulle coste della Normandia. Ormai archiviata la passione per Gilbert, conosce altre ragazze che lo fanno innamorare, in particolare Albertine Simonet . Marcel torna poi a Parigi e viene introdotto nell’ambiente aristo-chic, da cui però rimane deluso perché scopre un mondo vacuo. Qui si innamora prima della contessa de Guermandes e poi di un’attrice di nome Rachel.

Nel volume intitolato Sodoma e Gomorra, Marcel conosce il mondo omosessuale parigino e scopre che la sua amante Albertine ha avuto rapporti omosessuali con una sua amica. I due vanno a vivere insieme ma Marcel sospetta di continuo che essa ami le donne, per cui a causa della sua gelosia, la convivenza diventa impossibile.

Albertine fugge e muore a causa di una caduta di cavallo. Intanto Marcel incontra di nuovo Gilbert  che si sposa però con un altro uomo.

Nel frattempo scoppia la Prima Guerra Mondiale e Marcel ritorna a Parigi, dove non riconosce più nulla. Decide perciò di ritrovare il tempo perduto, la sua memoria dell’infanzia, e per fare questo l’unico modo è scrivere. La letteratura diventa così l’unica arma per poter ritrovare quel passato mitico e gioioso a dispetto dei tempi moderni.

Commento

Alla ricerca del tempo perduto è un’opera molto complessa, intrisa di filosofia. Si chiude e si apre come se fosse stata progettata in modo circolare, con un inizio e una fine già stabilita.

La conclusione a cui arriva l’autore e che vuole essere il suo messaggio più profondo ci ricorda che la felicità esiste ma soltanto dei meandri della letteratura, in quel mondo senza tempo.

La sua ricerca è infatti volta a ritrovare il tempo perduto e quindi la felicità, una ricerca che ha un lieto fine: quello della scrittura.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Loading...
Anna D'Agostino

Anna D'Agostino

Anna D’Agostino è nata e cresciuta a Napoli. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, è una grande appassionata di libri e scrittura. Collabora come giornalista pubblicista presso varie testate online e lavora come insegnante di approfondimento letterario presso una scuola media.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante