Il Bacio di Klimt

Print Friendly

Questa che segue è una fotografia dell’opera di Gustav Klimt conosciuta come “Il Bacio“, esposta presso l’Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, città natale dell’artista.

Il bacio di Klimt
Il bacio di Klimt

Nell’opera l’uomo si trova in piedi e si piega per baciare la donna che sta inginocchiata tra elementi floreali, sul prato; ella sembra ricevere il bacio, acconsentendo e partecipando con grande emozione. Solamente i visi e gli arti superiori della coppia sono realistiche: il resto dell’opera è formato invece da tinte piatte con volumi geometrici accostati.

Il viso della donna è racchiuso fra le mani dell’uomo: il braccio della donna cinge il collo del suo amante.

Il bacio di Klimt, dettaglio dei visi
Il bacio di Klimt, dettaglio dei visi

Klimt decise di vestire questi suoi personaggi con una lunga tunica del tutto simile a quella che lui stesso era solito portare.







Le forme geometriche presenti nel Bacio di Klimt

Le forme geometriche sono particolarmente allusive: la coppia è contornata da un ovale, che può ricordare un uovo, simbolo di fecondità. Sul vestito dell’uomo vi sono raffigurati dei rettangoli posizionati in verticale; sul vestito della donna sono invece raffigurati dei cerchi concentrici; entrambe queste forme geometriche rimandano al sesso dei soggetti che indossano le tuniche.

Nella parte dorata che ricopre il maschio vi si ritrovano figure rettangolari e in bianco e nero; la donna sembra essere invece punteggiata da mazzi di fiori; ella è caratterizzata da forme più rotonde, prive di spigoli.

Dimensioni originali e stile

Si tratta di una pittura realizzata con olio su tela. Le sue dimensioni sono quadrate, con 1 metro e 80 centimetri di lunghezza per ogni lato.

Il pittore austriaco Gustav Klimt lo realizzò tra l’anno 1907 e l’anno 1908.

Il Bacio di Klimt fu dipinto su tela mediante l’utilizzo di decorazioni e mosaici utilizzando il colore oro per lo sfondo: va ricordato come Klimt fosse appassionato per gli antichi mosaici della città di Ravenna. L’opera con questi elementi si presenta in piena sintonia artistica con i canoni dello stile Liberty.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante

Questo quadro lo regalerei soltanto alle persone che amo di più perchè è come se questa immagine racchiudesse la mia essenza…capisci che voglio dire Ida?