Vincisgrassi, storia e ricette di una specialità marchigiana

I vincisgrassi sono un primo piatto succulento e sostanzioso, specialità tipica delle Marche, ma anche di alcune zone umbre confinanti con il maceratese. Si tratta di una elaborata varietà di lasagne al forno, condite con ragù e besciamella ed arricchite di funghi, rigaglie di pollo, tartufo o Marsala. Possono essere aggiunte anche animelle, cervella e midollo.

Storia della ricetta

La tradizione narra che un cuoco preparò questa pietanza per il principe Alfred von Windisch Graetz, di antica famiglia austriaca, comandante del porto e della piazza di Ancona all’inizio del XIX secolo, che partecipò alle guerre contro Napoleone.

Il nome del principe, adattato foneticamente, divenne il nome di questo piatto cucinato in suo onore, vincisgrassi.

Il piatto era però già presente nel manuale gastronomico del cuoco maceratese Antonio Nebbia che, nel 1871, descrive la preparazione di lasagne chiamate princisgrass, diverse però dai vincisgrassi marchigiani odierni.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Un pensiero su “Vincisgrassi, storia e ricette di una specialità marchigiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap