Differenza tra unghie e artigli

Unghie

Con il termine unghia si intende un ispessimento corneo dell’epidermide caratterizzato da una forma non acuminata, che riveste l’estremità superiore delle dita dell’uomo, e di molti animali. In genere si definiscono unghie quelle dei cosiddetti tetrapodi (quattro arti), esseri umani inclusi. Nelle donne, l’unghia viene usata anche come elemento puramente estetico, colorata o decorata con smalti.

Le unghie sono costituite principalmente da cheratina, la quale è suddivisa in più strati. L’unguis è la parte esterna e più dura, con fibre perpendicolari alla direzione di crescita. Mentre la parte sottostante presenta una struttura lamellare e più morbida. Quelle dell’uomo in particolare, vengono considerate da un punto di vista estetico, oppure per specifiche funzioni connesse – e non connesse – alla vita di tutti i giorni.

Quanto crescono le unghie

Le unghie possono crescere fino a 1 millimetro al giorno. Questo dato però varia a seconda di diversi fattori: a seconda dell’età infantile, nei mesi estivi e nelle mani, la crescita è più veloce. Ad ogni modo, possibili traumi e malattie possono influire sulla funzionalità della matrice dell’unghia fino a sospenderne temporaneamente l’attività di crescita.

wolverine
Wolverine: nel mondo della fantasia del cinema – e dei fumetti, dal quale il personaggio proviene – Wolverine (nella foto interpretato da Hugh Jackman) è dotato di artigli in Adamantio.

Artigli

Per artiglio si intende un elemento acuminato che si trova all’estremità delle zampe della maggior parte dei mammiferi, degli uccelli e di alcuni rettili. Gli artigli vengono utilizzati dagli animali principalmente per catturare e tener salda una preda, scavare o arrampicarsi sugli alberi.

Anche gli artigli, come le unghie, sono composti dalla proteina resistente chiamata cheratina. Esistono in natura, appendici simili all’artiglio che però non presentando una forma uncinata e tagliente vengono denominate con il termine unghie.

Caratteristiche degli artigli

Gli artigli possono essere statici come quelli dei cani o degli orsi o retrattili come quelli dei felini. Presentano delle strutture forti e vengono usati dagli animali per differenti scopi, come abbiamo già anticipato. Tra questi: attaccare le prede, come fanno i felini e i rapaci, per riuscire a muoversi con una maggiore aderenza, a scopo di pura difesa, e infine come strumento per modificare il territorio circostante.

L’artiglio non va scambiato con la zanna. Le zanne sono dei denti lunghi e acuminati, oppure sono una coppia di denti ingranditi oltremisura. Esse sporgono in maniera evidente dalla bocca di alcuni mammiferi.

artigli unghie gatto
Il gatto ha le unghie o gli artigli? Il gatto ha gli artigli.

Differenza tra unghie e artigli

Un’altra differenza tra unghie e artigli è che le prime non possiedono la struttura necessaria a sostenere un grande peso. Mentre gli artigli presentano strutture forti, in grado di sostenere pesi anche notevoli.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999 (dal secolo scorso). Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia birre e formaggi. Aiuta anche le persone a posizionarsi sul web raccontando la loro storia. Puoi metterti in contatto con lui su Instagram, LinkedIn, Twitter, Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap