Ramengo, andare a ramengo: cosa significa e perché si dice

Ramengo: L’attuale significato e l’origine

L’espressione andare a ramengo significa andare in rovina, finire in bancarotta, subire un crollo inteso a livello finanziario. Se ne fa uso comune ormai sia dal punto di vista asservito che anche nella forma di un’esclamazione, volgare, ai danni di chi si aggiudica questo malaugurio. L’origine di questo modo di dire in molti concordano nel localizzarla nel Veneto. L’espressione, in ogni caso, anche in base alla ricostruzione storica che segue, ha origine nel parlato volgare dell’alto Italia.

Una storia antica

Ogni espressione, ogni parola o lemma del nostro dizionario possiede quasi sempre una storia antica, alcune volte addirittura secolare. È il caso, questo, dell’espressione andare a ramengo che risale ad una pratica civile diffusa nell’Alto Medioevo.

In una collocazione possibile fra il sesto e il nono secolo dopo Cristo, infatti, la città di Asti era capitale di un ducato di origine longabarda. Su questo territorio accadeva che chi commetteva reati al patrimonio veniva punito con il confinamento.

In particolare, chi si macchiava di tale reato veniva letteralmente deportato nel comune più periferico del ducato. Trattasi di Aramengo, città collocata tra Asti e Torino. Qui si trovava sia il luogo di detenzione che anche il tribunale adibito a processare i colpevoli di tale misfatto.

Un modo di dire longobardo divenuto italico

L’espressione, nativamente, è ad ramingum ed ha origine nella zona del Piemonte, come abbiamo visto. Viaggia per secoli nell’Italia settentrionale per poi sconfinare con l’Unità d’Italia a tutte le parti dello stivale. Oggi è entrata a pieno titolo nella lingua italiana e viene utilizzata normalmente in tutto il territorio nazionale.

La variante nautica (veneta)

C’è una variante dell’espressione andare a ramengo di natura “nautica”. È forse qui che ritornano le origini venete di questa espressione. In ogni caso, appartiene al linguaggio marinaro l’espressione andare a remengo (con la e) che significa lasciare la nave in balia del vento e del mare, alla deriva e senza governo.

ramengo, remengo - andare a ramengo - andare a remengo

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Maria Cristina Costanza

Maria Cristina Costanza è nata a Catania il 28 gennaio 1984. Lascia la Sicilia a 18 anni per trasferirsi a Roma, dove si laurea in Comunicazione a La Sapienza. Sin da studentessa si orienta verso il giornalismo culturale collaborando con settimanali on line, webzine e webtv, prima a Roma poi a Perugia e Orvieto, dove vive attualmente. Dal 2015 è giornalista pubblicista. Col giornalismo, coltiva la sua 'altra' passione: la danza. Forte di quasi 20 anni di studio fra Catania, Roma, Perugia e New York oggi è insegnante di danza contemporanea e classica a Orvieto.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi:

533 views
Share via
Copy link
Powered by Social Snap