Paolo Sorrentino: “E’ stata la mano di Dio” è un omaggio a Massimo Troisi

Durante la prima nazionale del suo ultimo film a Napoli, qualche giorno fa, il regista Paolo Sorrentino ha dichiarato: “Non c’è Fellini, non c’è altro, solo il cinema di Massimo Troisi, dall’inizio alla fine. È l’unico nume tutelare di questo film”. La pellicola, che si intitola “E’ stata la mano di Dio” racconta la Napoli degli anni Ottanta e sarà nelle sale italiane dal prossimo 24 novembre. Su Netflix, sarà possibile vederla dal 15 Dicembre.

Il regista non ha nascosto la sua emozione nel presentare il suo ultimo lavoro proprio a Napoli, la sua città di origine.

Sono emozionato quanto al mio matrimonio. Qui viene compresa ogni sfumatura, non sarà facile per me affrontarla. Il film fa la sua marcia lenta, vediamo, si vive alla giornata.

Il film di Sorrentino ha superato le selezioni tra diciotto film per gli Oscar 2022. La candidatura della pellicola come “miglior film internazionale” riempie di orgoglio Paolo Sorrentino, che ha dichiarato:

Sono felice che tutto questo dolore oggi sia approdato alla gioia. Quello di oggi è solo il primo passo e il bello di questa gara è che l’unica competizione al mondo in cui arrivare già tra i primi cinque è una vittoria.

Il regista partenopeo ha definito questo film il più importante e doloroso della sua carriera.

Altre notizie su Massimo Troisi

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Avatar photo

Cristiana Lenoci

Cristiana Lenoci è laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La sua grande passione è la scrittura. Ha maturato una discreta esperienza sul web e collabora per diversi siti. Ha anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap