Differenza tra Naturalismo e Verismo

Naturalismo e Verismo sono due tipi di correnti letterarie che traggono le loro origini a partire dalla seconda metà dell’Ottocento.

Naturalismo e Verismo
Naturalismo e Verismo: tra gli esponenti simbolo delle due correnti letterarie vi sono Guy de Maupassant (a sinistra) e Emile Zola (al centro) per il Naturalismo, e Giovanni Verga (a destra) per il Verismo

Il Naturalismo

Il Naturalismo si diffonde in Francia e segue il pensiero positivista descrivendo la realtà psicologica e sociale con i metodi usati dalle scienze naturali. La voce narrante enfatizza il modo di vedere e di esprimersi dell’autore, del borghese colto e spesso vengono adottati sia giudizi espliciti che impliciti.

Vengono descritti in particolar modo gli ambienti delle grandi città francesi in cui è in pieno sviluppo il capitalismo industriale ed il proletariato urbano. La società segue ed è regolata da leggi scientifiche. Inoltre, gli autori naturalisti credono che la letteratura, attraverso un’opera di denuncia, possa contribuire a migliorare la società. Tra i naturalisti più rappresentativi troviamo Guy de Maupassant e Emile Zola.

Il Verismo

Il Verismo invece si diffonde in Italia nell’ultimo trentennio del 1800 ed è considerato la versione italiana del cosiddetto Naturalismo francese. Tra gli esponenti di spicco di questa corrente letteraria ricordiamo Giovanni Verga e Luigi Capuana. Vengono descritti in modo minuzioso gli ambienti rurali e la realtà arretrata e statica soprattutto del Mezzogiorno d’Italia.

Il romanzo più rappresentativo del Verismo italiano è il celebre “I Malavoglia“.

Secondo i veristi la società è dominata da uno spietato antagonismo tra individui, gruppi e classi: le leggi che la regolano sono la sopraffazione del più forte sul più debole e l’interesse individuale. Nel Verismo prevale il pessimismo di chi ritiene che la realtà sia immodificabile, che la letteratura non possa in alcun modo modificare la realtà e che l’autore debba limitarsi alla riproduzione oggettiva dei fatti. I veristi usano la tecnica della regressione: i fatti vengono narrati e giudicati secondo il punto di vista ed i valori espressi dai personaggi, non secondo la visione dell’autore.

Punti in comune tra Verismo e Naturalismo

Punti che accomunano tutte e due le correnti letterarie, Naturalismo e Verismo, sono i valori del progresso, della scienza, dell’industria e la conseguente liberazione dell’uomo dalla fatiche del lavoro manuale.

1 Share

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Avatar photo

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini lavora sul web dal 1999. Ha fondato Biografieonline.it nel 2003. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. È degustatore professionale e giudice internazionale di birre. Copywriter e storyteller, aiuta le persone a posizionarsi sul web raccontando la loro storia. Puoi metterti in contatto con lui su Instagram, LinkedIn, Twitter, Facebook.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

1 Share
Share via
Copy link
Powered by Social Snap