Monica Bellucci parla delle donne: “Catcalling? Va distinto un complimento da un’aggressione

Una delle icone italiane di sensualità e bellezza che non sfioriscono con l’età (anzi, con il passare del tempo sembrano acquistare maggiore fascino) è sicuramente l’attrice Monica Bellucci. Il prossimo 30 Settembre compirà 56 anni.

Impegnata sul set

La Bellucci, che attualmente è impegnata nelle riprese del film “La Befana vien di notte” di Paola Randi, si è lasciata andare a raccontare qualcosa di sé durante una recente intervista rilasciata al settimanale “La Repubblica”.

Monica Bellucci e il catcalling

In particolare, l’attrice (una delle più amate in Italia, ma non solo) si è soffermata sul tema del “catcalling” e sulle donne in generale. “Bisogna sempre saper distinguere tra un complimento e un’aggressione. Ciò malgrado questa strada va percorsa fino in fondo”, ha detto a proposito del fenomeno, purtroppo diffuso, del catcalling, ovvero dei commenti volgari e oscenità varie perpetrati dagli uomini al passaggio delle donne per strada.

Nessun timore per l’età che avanza

Monica Bellucci, che durante la sua carriera di attrice ha interpretato diversi ruoli di donne bellissime, vive con molta serenità l’età che avanza. “Da vecchie si può essere meravigliose: l’unico modo per rimanere belle è lavorare sulla sostituzione della bellezza biologica, che è un regalo per cui ringraziare ma destinato a scemare, con quella interiore, di cui siamo i soli artefici. Sopporto ancora le mie rughe ma non condanno i ritocchi estetici se sono ben fatti e ti fanno sentire meglio. È una scelta molto personale e oggi ci sono tante gradazioni possibili”, ha dichiarato.

LEGGI ANCHE  Monica Bellucci: “Corteggiata da Eros Ramazzotti? Ma se ero incinta!”

Il rapporto con gli uomini

Circa il suo rapporto con l’altro sesso, l’attrice ha rivelato: “Non voglio la guerra. Né vado in battaglia contro il testosterone. Cerco la comunicazione, penso sia necessaria: i maschi hanno imparato ad accettare la loro parte femminile senza vergognarsi – cucinano, portano i bambini al parco e cambiano i pannolini – e noi oggi possiamo accedere a qualunque lavoro senza doverci nascondere“.

Collaborazione e non conflitto tra uomini e donne

I ruoli stanno cambiando, diventano meno marcati e più fluidi, c’è una rivoluzione sociale in atto e la transizione può rivelarsi difficoltosa. Ma, secondo l’attrice, le difficoltà si possono superare insieme, senza entrare in conflitto.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Avatar photo

Cristiana Lenoci

Cristiana Lenoci è laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La sua grande passione è la scrittura. Ha maturato una discreta esperienza sul web e collabora per diversi siti. Ha anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap