Tenera è la notte, riassunto

Print Friendly

Tra i romanzi più rappresentativi dello scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald, troviamo il libro “Tenera è la notte“. Il romanzo fu pubblicato nel 1934 a New York ma, nel 1948, uscì una versione postuma che riordinò cronologicamente l’intera vicenda.

Tenera è la notte - (riassunto del libro di Fitzgerald)
Tenera è la notte (una copertina del libro di Fitzgerald, in una versione tradotta da Fernanda Pivano)

Temi trattati

Lo scrittore narra le vicende di personaggi che hanno vissuto la loro vita in quella che lui stesso definisce “la società elegante americana che invase l’Europa nel decennio successivo alla Prima Guerra Mondiale”. Si tratta di una società superficiale, spietata, snob, frivola e assolutamente portata per i pettegolezzi. Nel libro “Tenera è la notte“, Scott Fitzgerald analizza i sentimenti umani e la vita di coppia che spesso risultano esser destinati a fallire. Lo scrittore narra le vicende dal suo punto di vista, mentre i personaggi principali vengono descritti e rappresentati con scrupoloso approfondimento analitico e psicologico.

Riassunto

Il libro narra le vicende di Dick, brillante psichiatra di Zurigo che incontra la giovane Nicole Warren, una sua ex paziente ricchissima e di famiglia molto arrogante. La donna cade nel baratro della schizofrenia per colpa di un avvenuto incestuoso rapporto col padre. Dick non solo tenta di guarire la donna ma, a furia di frequentarla, se ne innamora perdutamente. I due, dopo poco tempo, convolano a nozze. Passata la luna di miele, Dick vorrebbe tornare al suo lavoro di sempre, ma finisce come sempre ad assecondare i capricci e le richieste della moglie Nicole, che ancora non si è ripresa del tutto dalla malattia mentale e vuole invece viaggiare per il mondo. L’uomo fa con Nicole lunghi viaggi all’estero, vivendo delle ricchezze della moglie. I due, dopo anni di vagabondaggio, insieme ai due figli nati nel frattempo, decidono di fare vita stabile in una villa sulla Costa Azzurra in Francia, alternando la loro vita con il mare e con frequenti visite a Parigi.

Francis Scott Fitzgerald in una foto di Carl Van Vechten del 1937
Francis Scott Fitzgerald in una foto di Carl Van Vechten del 1937

In questo periodo di apparente stabilità, fanno la conoscenza di Abe North, un compositore alcolizzato, un mercenario francese dal nome Tommy Barban, che si innamorerà in seguito della moglie di Dick e di una bella attrice americana dal nome Rosemary, per cui Dick perderà la testa. Nel romanzo, i personaggi sono immersi nella continua ricerca di quei piaceri mondani che la generazione degli anni Venti insegue in modo ossessivo. Come dirà lo stesso scrittore, tutto brilla di una luce intensa e falsa, persino il Sole della riviera e perfino i dialoghi tra i personaggi sono futili e superficiali. Nel romanzo, lo scrittore introduce delle figure di americani ricchi che appaiono a volte grotteschi, a volta pietosi, seguendone le vicende esistenziali. Quasi tutti i personaggi del romanzo, anche quelli più meritevoli, sono destinati a vedere la loro vita fallire per una mancanza di costruzione morale.







L’incontro sulla spiaggia della Costa Azzurra, luogo elettivo e riservato a pochi negli anni Venti, con l’attrice Rosemary Hoyt, sembra cambiare momentaneamente la vita di Dick. L’uomo si innamora perdutamente della donna ma rifiuta di intraprendere una relazione con lei, per stare accanto alla moglie Nicole. La situazione cambia quando Dick, stufo di quella sua vita poco stimolante, cerca di riprendere in mano la sua professione e parte per esercitare di nuovo in Svizzera, a Zurigo. Nella clinica, però, le cose sono cambiate e si trova a lavorare con un nuovo direttore, un uomo senza scrupoli che mira soltanto al lucro dei guadagni.

Anche il tentativo di aprire una clinica propria fallisce miseramente. Dick rimane sempre più stritolato dal suo matrimonio e dall’onnipotente denaro di Nicole. L’uomo inizia a perdere il rapporto con se stesso e sembra sempre di più sprofondare nell’abisso. Nicole invece dimostra a poco a poco di guarire dalla sua malattia mentale. La donna inizia perfino a provare distacco per il marito che ormai è esaurito e decide di dedicarsi solo a se stessa. Dick inizia a bere, gettandosi nell’alcool per affogare i suoi dispiaceri, perdendo perfino quelli che considerava amici. Fra l’altro, quando l’uomo si accorge che la moglie Nicole accetta le avances di un amico, Tommy Barban, si sente definitivamente perso nel limbo di sé stesso.

Finale

Per Nicole, Tommy Barban è un toccasana: la fa sentire rinata fino al punto da spingerla a pensare di voler lasciare perfino il marito e, infine, a decidersi di sposarsi con lui. A questo punto, Dick si vede costretto a divorziare dalla moglie che non ne vuole più sapere di lui. L’uomo decide così di allontanarsi da Nicole, pur amandola ancora, deciso a rifarsi una nuova vita in un paese lontano, lasciando per sempre la sua amata casa in Costa Azzurra. Nell’ultimo capitolo del romanzo “Tenera è la notte“, lo scrittore ci narra della nuova esistenza dell’uomo che occupa la posizione di medico in una cittadina della provincia americana.

Tenera è la notte - Tender is the night - film
Tenera è la notte (Tender is the night, locandina del film del 1962)

“Tenera è la notte” al cinema

Il romanzo ottenne un ottimo successo di critica e di pubblico, venendo definito in assoluto il più importante, intimo e personale romanzo dello scrittore. Dal libro “Tenera è la notte“, venne tratto il film drammatico del 1962, per la regia di Henry King, che segue minuziosamente la trama dello scrittore Scott Fitzgerald, con un cast d’eccezione: Jennifer Jones, Jason Robards, Joan Fontaine, Tom Ewell, Cesare Danova, Jill St. John, Paul Lukas, Bea Benaderet, Charles Fredericks, Sanford Meisner.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante