Vecchio chitarrista cieco, analisi del celebre quadro di Pablo Picasso

Print Friendly, PDF & Email

Vecchio chitarrista cieco è il titolo di un quadro realizzato da Pablo Picasso nel 1903, a Barcellona. Attualmente il dipinto è esposto al The Art Institute di Chicago. Si tratta di un’opera realizzata durante il periodo blu di Picasso. Nel dipinto il pittore spagnolo invade con la monocromia l’intero quadro, tranne la chitarra, che dipinge con un colore brunito.

Il vecchio chitarrista cieco (El viejo guitarrista ciego - The Old Guitarist) – Picasso, 1903
Il vecchio chitarrista cieco (El viejo guitarrista ciego – The Old Guitarist) – Picasso, 1903

La chitarra e l’anziano

La chitarra è la coprotagonista del dipinto. Nella sua fisicità rotondeggiante riempie i vuoti e gli spazi lasciati dall’esile corpo del vecchio chitarrista. L’uomo è un mendicante che vive suonando la sua chitarra per le strade di Barcellona. Come in un altro dipinto dello stesso periodo Vecchio cieco con ragazzo, dove un ragazzo si prendeva cura del vecchio mendicante, così la chitarra in un certo senso si prende cura dell’uomo, perché è il mezzo attraverso il quale quest’ultimo si procura il cibo.

Vecchio cieco e ragazzo – Old Jew and a Boy (Blind Beggar with a Boy) – Pablo Picasso, 1903
Vecchio cieco e ragazzo – Old Jew and a Boy (Blind Beggar with a Boy) – Pablo Picasso, 1903

Un dipinto che racchiude simboli e dialoghi

La chitarra è il mezzo di sostentamento dell’anziano proprietario: è il suo dialogo con il mondo. In questo senso Picasso dona un’importanza particolare alla chitarra, gestendo le sue forme in una sorta di dialogo con l’uomo.

L’uomo sembra lasciato da solo, nella sua disperazione, mentre suona lo strumento: è un dimenticato, un mendicante, un invisibile, ma Picasso ci ricorda che nella situazione difficile in cui vive, la chitarra ha una simbologia particolare; gli tiene compagnia, lo aiuta, gli dona una dignità mentre la suona.

Il corpo dell’uomo è offeso dalla povertà: Pablo Picasso lo rende ancora più martoriato allungando le forme e mostrandolo ancora più deforme e sproporzionato. In questo forse non c’è solo un modo per mostrare la sua sofferenza, ma anche una abile ricerca delle forme. E’ un altro dialogo: fra Picasso e l’arte, che al suo straordinario talento ci mostra ricordandoci, ad esempio, i dipinti di El Greco.

LEGGI ANCHE  Il Cubismo
Vecchio chitarrista cieco: dettaglio del volto e della mano sulla chitarra
Vecchio chitarrista cieco: dettaglio del volto e della mano sulla chitarra

Un altro aspetto interessante da sottolineare riguarda il modo in cui Picasso utilizza gli strumenti musicali nei suoi dipinti; qui vediamo la differenza fra la fora tonda della chitarra e il corpo spigoloso dell’uomo. In altri dipinti successivi si vedranno una sorta di dialogo fra gli strumenti musicali e il corpo femminile. Ne è un esempio il celebre Violino e chitarra (1912).

Vecchio chitarrista cieco: analisi dell’opera con commento video

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi: