Un figlio all’improvviso, trama e recensione del film

Print Friendly, PDF & Email

Il titolo originale del film francese è Momo; in Italia si intitola “Un figlio all’improvviso“. E’ una commedia del 2017 (data di uscita italiana: 20 settembre 2018) che racconta la storia di una coppia in là con gli anni che si ritrova in modo rocambolesco ed inaspettato ad avere… un figlio.

Un figlio all'improvviso film - Momo
Un figlio all’improvviso (Titolo originale del film: Momo)

Trailer

Un figlio all’improvviso: trama del film

In un supermercato francese André Prioux, un signore corpulento, che ricorda il Pinguin di Batman, sta facendo la spesa insieme a sua moglie, Laurence Prioux. All’improvviso spunta un ragazzo sordomuto e gli impone una scatola di cereali al cioccolato. Lui rifiuta gentilmente ma il ragazzo insiste, tanto che ne nasce una discussione fra i due. L’uomo rimane interdetto perché non conosce il ragazzo e non capisce questo accanimento insensato. Il tutto finisce con il ragazzo che gli ruba il carrello.

La moglie inizialmente non crede alla storia ma poi vedendo che il marito non ha più la spesa, lo aiuta a cercare quel ragazzo tanto strano. Non lo trovano.





Tornano quindi a casa e hanno una sorpresa: lo stesso giovane si sta facendo la doccia nel loro bagno. Vorrebbero chiamare la polizia ma sono anche incuriositi da questo strano comportamento. Il ragazzo, una volta che si è asciugato, tenta di spiegargli che è figlio loro. Ma la coppia non ha figli.

La donna però prende con un certo interesse la situazione e sembra convincersi che forse il marito ha avuto una scappatella in passato, oppure che si sono dimenticati di avere un figlio. L’uomo, che inizialmente non sopporta questo presunto figlio, chiama un medico suo amico perché aiuti la moglie a rinsavire; ma anche il medico si fa coinvolgere da questa strana storia. Il ragazzo – Patrick Prioux – ha altre sorprese e soprattutto una sua famiglia che vuole presentare ai genitori, che considera un po’ smemorati.

Locandina

Un figlio all'improvviso
Locandina italiana del film

Giudizio e recensione

Un figlio all’improvviso è una bella commedia con un cast interessante. Infatti non è difficile cadere nel banale con un soggetto di questo tipo; in un paio di situazioni la sceneggiatura non è all’altezza del compito, ma per il resto del tempo la trama si svolge con un’ironia e un ritmo degni della commedia brillante francese.

Gli attori protagonisti non escono dai loro ruoli ma si comportano come se la storia dovesse avere continui colpi di scena. I dialoghi sono la parte più divertente ma anche gli sguardi dei due attori che interpretano i genitori non sono da meno; espressioni e sguardi che prendono vita man mano che il rapporto con il ragazzo assume nuove e significative sfumature.





Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Loading...
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante