Judo e karate: differenza tra le discipline

Nell’ambito delle varie discipline delle arti marziali, esistono delle sostanziali differenze. In particolare tra le due in assoluto più frequentate e conosciute, ovvero judo e karate. Il judo è un’arte marziale che nasce nel 1882, in Giappone, con la fondazione del Kodokan ad opera del Professor Jigoro Kano. Si tratta di un metodo di difesa personale e di uno sport da combattimento.

Judo
Judo

Con il termine judo si intende “via della cedevolezza”. Si è alla ricerca di un progressivo annullamento dell’ego per ottenere quell’armonia tra uomo e cosmo, uniti in una sola essenza. Si studiano i punti di squilibrio dell’avversario per farlo cadere al suolo, ma vengono eliminate le tecniche considerate pericolose. Sono possibili, ai danni dell’avversario, lanci o ribaltamenti, colpi di braccio o gamba su punti di leva ben precisi, controllo in piedi e al suolo, prese, sbilanciamenti, immobilizzazione al suolo. Nel judo è evidente il contatto con l’avversario.

Chi fa judo, usa vestirsi con il kimono bianco bloccato da una cintura, di diverso colore a seconda dei gradi del praticante. Le cinture del judo sono le medesime cinture utilizzate dal karate: cintura bianca, gialla, arancio, verde, blu, marrone, nera 1° Dan, nera 2° Dan, 3° Dan, 4° Dan e 5° Dan. Dal 6° Dan in su, la cintura diventa di colore bianco rossa e il livello degli atleti è il massimo raggiungibile.

Karate
Due giovani bambini che praticano il Karate (in giapponese “mano vuota”)

Per quanto riguarda invece il karate, è un’arte marziale sviluppata nelle Isole Ryukyu, oggi Okinawa, in Giappone, che si differenzia dal judo in quanto vengono praticate le tecniche di pugno e di calcio, attraverso successioni di movimenti (kihon) e di esercizi prestabiliti (kata).

LEGGI ANCHE  Madama Butterfly

È sia uno sport di difesa che di attacco. È necessario essere in possesso ed indossare il karategi (il tradizionale kimono bianco di cotone) per poterlo praticare. I principali stili di karate sono: shotokan, goju ryu e shito ryu. Il colore delle cinture è il medesimo che per il judo. Il karate è diventato, anche da noi in occidente, una filosofia di vita, un impegno costante di ricerca del proprio equilibrio, un insegnamento a “combattere senza combattere“.

Judo

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999 (un millennio fa!). Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Instagram, LinkedIn, Twitter, Facebook.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi:

4 Shares 372 views
Share via
Copy link
Powered by Social Snap