Ericofon, il Telefono Cobra: storia dell’oggetto di design di Ericsson

L’Ericofon è un telefono anni ’50 celebre per il suo design futuristico. Prodotto da Ericsson, il Telefono Cobra – chiamato così per la sua forma – venne dotato di una tecnologia che all’epoca era di avanguardia. Scopriamo in questo breve articolo la storia dell’Ericofon. Più in fondo trovate anche un video di approfondimento.

Ericofon Ericsson, telefono Cobra
Ericofon Ericsson

Ericofon: la storia del Telefono Cobra

L’azienda svedese Ericsson fu fondata nel 1876. Il suo scopo principale era la riparazione di apparecchi per le telecomunicazioni. Nel giro di trent’anni divenne però una delle aziende più importanti nella produzione di apparecchi telefonici. Nel 1909 introdusse il telefono a forcella, uno dei progetti più famosi e che hanno contribuito a decretare il successo internazionale dell’azienda.

Un antico telefono a forcella Ericsson realizzato per France Telecom nel 1895

Paradossalmente però la Ericsson è ricordata soprattutto, ma non solo, per un telefono a colonna. Si tratta di un telefono senza cornetta munito di un piedistallo e di una forma ergonomica che ricorda il serpente: l’Ericofon. E infatti l’Ericofon, telefono senza cornetta, è conosciuto anche come telefono cobra, proprio perché la sua forma sinuosa ricorda il rettile che tipicamente si erge in verticale prima di attaccare.

E’ un telefono geniale.

Grazie all’inventiva di Hugo Blomberg, Ralph Lysell e Has Gösta Thames, l’Ericofon venne sviluppato in diversi colori fra il 1940 e il 1954, utilizzando la plastica, la gomma e il nylon. Tecnicamente perfetto, il telefono cobra è maneggevole e privo di qualsiasi orpello esterno.

Il disco per comporre i numeri è nascosto

Altra scelta geniale è stata quella di mettere il disco combinatorio per comporre i numeri alla base, dentro al piedistallo. In tal modo si ispirò un’operazione di scoperta visiva quella di un compratore che volesse capire dov’era l‘interruttore e il disco. Anche l’interruttore risolve una questione tecnica importante perché è posto alla base del telefono e scatta solo se il telefono viene alzato.

Il dettaglio della base, dove si nasconde il disco per comporre i numeri di telefono

Le scelte di rendere essenziali le forme, pratico l’utilizzo e bello l’oggetto hanno decretato il successo di questo oggetto. Negli anni ’60 e ’70 ha rappresentato un’intelligente fusione di design, bellezza e praticità.

LEGGI ANCHE  Dolce e Gabbana, biografie e storia dell'azienda

Il telefono cobra Ericofon è stato prodotto in diversi colori. Il bianco è stato il colore più comune. Più rari sono stati il rosso, il verde e il giallo, che lo ha rappresentato in molti stili e scelte d’arredo.

Video commento

Ericofon Ericsson, telefono Cobra

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi:

9 Shares 626 views
Share via
Copy link
Powered by Social Snap