Gli amori difficili (Calvino): riassunto

Print Friendly, PDF & Email

Tra le opere più rappresentative dello scrittore Italo Calvino, tra i più importanti narratori italiani del Novecento, troviamo “Gli amori difficili”. Si tratta di una raccolta di novelle redatte nel periodo che si snoda fra il 1949 e il 1967.

Gli amori difficili - libro - Calvino
Gli amori difficili: una copertina datata del libro di Italo Calvino (a sinistra) e una più moderna (a destra)

Analisi

Nel romanzo, Calvino utilizza la narrazione diretta, l’uso sapiente della punteggiatura che lascia spazio a un mondo pieno di pathos ed emozioni. Il testo è diviso in due parti. La prima, intitolata “Gli amori difficili”, contiene un notevole numero di scritti. Nella prima parte, Calvino tratta il tema amoroso sottolineandone le varie dinamiche e soffermandosi in particolar modo sul concetto di “coppia” attraverso la voce dei vari personaggi di ogni novella. Secondo l’autore, non è possibile prevedere lo sviluppo successivo di una relazione; infatti, l’amore tra due persone è davvero un sentimento difficile poiché si fonda in realtà su un principio di incomunicabilità. Il sentimento amoroso viene visto come un’emozione transitoria o addirittura come una sorta di lungo viaggio, fisico o anche solo mentale, verso l’oggetto dei propri desideri. I racconti sono proposti in ordine cronologico di scrittura dallo stesso autore.

La seconda parte del volume, dal titolo “La vita difficile”, è caratterizzata da due novelle: “La formica Argentina” e “La nuvola di Smog”. Si tratta di novelle più lunghe scritte in prima persona dallo stesso Calvino che trattano del tema della miseria umana. Per fortuna, però, si apre la speranza nel finale: “Solo immergendosi nel cuore della nuvola, respirando l’aria nebbiosa di queste mattine si poteva toccare il fondo della verità e forse liberarsi”.

Gli amori difficili: riassunto del libro

Nella prima parte del volume, l’autore inizia a narrare le vicende di un soldato che si chiama Tonagra che, durante un viaggio in treno, si invaghisce di una bella donna; da lì a poco ne nasce una fugace e intensa passione. Seguono a ruota le avventure di: un bandito, di una bagnante piuttosto maldestra che si ritrova nuda in mezzo al mare, di un impiegato che racconta la sua inaspettata notte amorosa, di un fotografo alla ricerca della foto perfetta, nell’estremo ma fugace tentativo di trovare un senso profondo alle cose e di cogliere la giusta luce. Seguono poi le vicende di un viaggiatore, di un lettore che si trova sulla spiaggia e non sa se continuare a leggere o avvicinarsi al suo oggetto del desiderio. Calvino narra poi le avventure amorose di un miope che decide di tornare al suo paese dopo molto tempo per cercare di fare nuovamente breccia nel cuore del suo primo amore, di una moglie che, pur non avendo tradito fisicamente il marito, si sente in colpa. Seguono i racconti di due sposi che vivono il difficile rapporto di coppia, dovuto anche a problemi lavorativi ma che riescono a trovare un punto di incontro solo quando si ritrovano a letto.







Toccante è anche l’avventura di un poeta che affronta una gita in barca ma rimane immobile davanti alle bellezze del creato, criticando fortemente tutte quelle realtà che portano a disparità sociali. Le avventure di uno sciatore ci portano invece a fare un’analisi critica sul proprio io in un mondo ormai definito dallo stesso autore caotico e, in ultimo, troviamo le vicende di un’automobilista.

Italo Calvino
Italo Calvino

Nella “Formica Argentina”, Calvino racconta le vicende di una famiglia composta da marito, moglie e un bambino appena nato, alle prese con un trasloco in una nuova casa invasa dalle formiche. I vari protagonisti del racconto affrontano il problema in maniera diversa ma sono comunque infastiditi dalla presenza degli odiosi animaletti. Calvino tratta del tema del male di vivere e cita la formica argentina come il nemico, poiché è particolarmente aggressiva, poiché avrebbe infestato negli anni Venti e Trenta la Riviera di Ponente.

In ultimo, nella “Nuvola di Smog”, viene trattato il tema delle miserie umane e delle nostre paure. L’uomo si perde nel grigiore di una metropoli caotica e tritatutto. Il protagonista della vicenda è un intellettuale scapolo che si trova a lavorare come redattore presso la rivista dell’Epauci “La purificazione”. L’uomo si trova ben presto a fare i conti con un amore lontano che credeva ormai finito ma, come ben sappiamo, tutto può succedere. L’uomo è costretto a vivere in una sorta di gabbia che si è costruito nel tempo e di cui poi non riesce a disfarsene. Anche in questo caso, Calvino affronta il tema del male di vivere, trattando il tema dell’inquinamento e della sporcizia che pervade ogni luogo.

Il libro di Calvino “Gli amori difficili” ottenne un immenso successo: “La formica argentina” fu illustrata dal pittore italiano Franco Gentilini. Fu realizzato uno sketch cinematografico diretto e interpretato da Nino Manfredi, tratto dall’ “Avventura di un soldato”. In seguito, si realizzò anche uno sketch teatrale dalla “Avventura di un bandito” realizzato dal famoso regista e sceneggiatore Franco Zeffirelli. Dalla “Avventura di due sposi”, invece, nacque un episodio cinematografico del regista e sceneggiatore italiano Mario Monicelli e la “Canzone Triste”, al quale si ispirò l’etnomusicologo e compositore italiano Sergio Liberovici.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante