Libri di Dorothy Parker: “Eccoci qui” e “Dal diario di una signora di New York”

Print Friendly, PDF & Email

insegnamenti

a inizio aprile per una coincidenza mi sono trovata a milano di sabato. non succede mai perché sbatta e auto e la gente e già non respiro etc. ma vabbe’. allora nel pomeriggio sono andata col moroso e il mio amico luca al book pride che è ‘na specie di fiera dei libri. ho preso, tra le altre cose, due libri di dorothyparker: eccoci qui – astoria, 2013 e dal diario di una signora di new york – astoria, 2015.

2 libri di Dorothy Parker
2 libri di Dorothy Parker: “Eccoci qui” e “Dal diario di una signora di New York”

si potrebbe dire che dorothy parker è – era – una donna con le palle. ma non mi piace dire così perché non capisco come mai dare ad una donna l’attributo proprio di un uomo la faccia essere migliore, più forte, più figa. non amo usare quest’espressione.

no, dorothy parker è una donna senza le palle ma con un sarcasmo e un’attenzione per la vita incredibili. dorothy parker è davvero il tipo di donna che vorrei diventare da grande anche se mi sa che è troppo tardi.







i due libri che ho letto sono racconti e lo sapete, amo i racconti. ogni racconto sorprende quasi più del precedente per la capacità pazzesca di cogliere momenti e di raccontarli senza giudizio espresso, ma chiarissimo ugualmente. dorothy parker attacca la stessa classe sociale da cui proviene, medio borghese, sedicente progressista, ed è critica nei confronti delle coppie, del matrimonio, delle relazioni.

dico sempre che ad ogni donna che compie 18 anni bisognerebbe regalare una boccetta di rougenoir chanel. lo dico scherzando.
penso invece seriamente che ad ogni donna che compie 18 anni bisognerebbe regalare un libro della parker. perché raccontiamoci tutte le bugie che vogliamo ma non siamo cambiate, dalla prima metà del ‘900 ad oggi. indipendenza sì, il voto, tutto quello che volete, ma non dai sentimenti e allora tutte brave a dare consigli alle amiche ma poi chi non ha almeno una volta elemosinato l’attenzione di una persona di cui si è ‘innamorate’.

Dorothy Parker
Dorothy Parker

si leggono questi racconti e ci si rende conto e ci si vergogna di nascosto. darsi, vendersi, implorare fino a perdere la dignità e poi cosa resta? restiamo noi stesse, a pezzi, a cercare di tirarci di nuovo insieme, ben sapendo che mica ne val la pena ma non potendo fare altrimenti.

non credo la parker sia una femminista tout court. il cinismo non giustifica tutti i comportamenti delle donne. credo però riesca a descrivere cose che non tiriamo fuori perché lo sappiamo, che non dovremmo fare così.
questo vale (nei libri della parker e nella vita di tutti i giorni) per le questioni di coppia ma anche per ogni relazione personale, e se anche dopo aver messo giù il libro continueremo la nostra vita allo stesso modo, ci sarà un pizzico di consapevolezza in più.
la stessa consapevolezza che magari tra non so quanto farà almeno rallentare la supremazia psicologica e fisica dell’uomo che ci porta a dire che una donna di carattere è una donna con le palle.

Una citazione di Dorothy Parker
Una frase ironica di Dorothy Parker, dal sito Aforismi







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Arlec

Arlec

giro le pagine - solo così posso andare avanti è il nome della rubrica di arlec. arlec legge perché le piace. nella sua rubrica ci sono note sparse su quello che legge, che non sono proprio recensioni, ma pensierini.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante