L’interno del vecchio Burgtheater (opera di Klimt)

Print Friendly

Datato 1888, L’interno del vecchio Burgtheater è un’opera di Klimt, realizzata a guazzo. Nel 1887 si arrivò alla decisione di abbattere il vecchio Burgtheater, edificato poco più di un secolo prima dall’imperatrice Maria Teresa nel centro della città. Il governo, per mantenere il ricordo del suo interno e dei frequentatori, incaricò Gustav Klimt e il suo socio Franz Matsch, di eseguirne due grandi riproduzioni.

Fu un’impresa difficile per i due artisti: la richiesta di assoluta fedeltà da parte del committente li impegnò in periodi di lunghi studi dal vero, al fine di realizzare i ben duecento ritratti di personaggi raffigurati. Inoltre, i pittori dovettero misurare ogni parte dell’edificio, perché la pianta che fu loro fornita era imprecisa.







L'interno del vecchio Burgtheater: dettaglio dei volti
Un dettaglio dell’opera in cui è possibile apprezzare l’accuratezza dei molti volti ritratti.

Il dipinto è un eccezionale spaccato della vita dell’epoca. Vi sono rappresentate in maniera veristica i palchi, la platea, la galleria, le lampade, il soffitto decorato in maniera sobria, ma soprattutto Klimt riesce a rappresentare l’atmosfera vivace di un’elegante serata, il suo carattere sonoro, la condizione sociale diversa dei presenti, che sono identificabili uno ad una attraverso la targa con i loro nomi conservata presso l’Historisches Museum.

L'interno del vecchio Burgtheater - opera di Klimt del 1888
L’interno del vecchio Burgtheater (1888), opera di Gustav Klimt

Si noti – nel primo palco di sinistra – la coppia imperiale: Francesco Giuseppe è in piedi accanto ad Elisabetta (la celebre principessa Sissi), mentre la donna vestita di bianco seduta nella terza fila in platea, accanto al corridoio, è l’attrice Katharina Schratt, amante dell’imperatore.

Klimt compì tuttavia una clamorosa svista, si dimenticò di inserire il ritratto del politico Karl Lueger, che nel 1897 sarebbe diventato borgomastro di Vienna. La sua assenza dal dipinto L’interno del vecchio Burgtheater, non passò inosservata, tanto che il quadro venne restituito al pittore per farglielo inserire. L’opera venne premiata dall’imperatore nel 1890 durante l’esposizione annuale della principale associazione artistica austriaca, il Kunstlerhaus.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Serena Marotta

Serena Marotta

Laureata in giornalismo, nata il 25 marzo 1976, Serena Marotta è anche scrittrice e poetessa. In passato ha collaborato con il "Giornale di Sicilia" e con "La Repubblica" e, attualmente, scrive articoli per il giornale "L'ora" e per questo sito, cura l'ufficio stampa della casa editrice Torri del Vento, del Caffè letterario Riso e dell'associazione Siciliae Mundi. Queste sono in sintesi, le notizie di base per redigere una qualunque biografia. Quello che non può essere né schematizzato né semplicemente elencato, è in primo luogo la passione che riversa in tutto ciò che fa. Il mondo osservato da due occhi verdi carichi di dolcezza e determinazione, una voce sublime che incanta, un’anima che grida attraverso parole che, considerati gli obiettivi che Serena è riuscita a raggiungere, assumono la caratteristica di concreti fatti.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante