Differenza tra PayPal e Postepay

Print Friendly, PDF & Email

Parlando di carte di pagamento ricaricabili, molto usate per gli acquisti via internet, i termini più utilizzati sono quelli di Postepay e PayPal. Ma quali sono in realtà le sostanziali differenze tra le due?

Differenze tra Postepay e PayPal
Differenze tra Postepay e PayPal

Postepay

Per Postepay si intende una carta prepagata che chiunque può attivare, semplicemente presentandosi presso un qualsiasi ufficio postale presentando la carta d’identità e il codice fiscale. La Postepay non è legata ad alcun conto bancario, né postale. Grazie ai circuiti Visa, Visa Electron e Postamat, la Postepay è utilizzabile praticamente in tutto il mondo e non solo in Internet. Tramite il sito delle Poste Italiane, poi, è possibile vedere il saldo della propria Postepay e controllare tutti i movimenti effettuati.

Grazie alla Postepay si può prelevare l’importo di cui necessitiamo in tutti gli uffici postali, fino a un importo massimo di 3.000 euro e con una commissione di solo 1 euro. La carta Postepay viene utilizzata anche per il prelievo di contanti negli Atm e i Pos del circuito Postamat per un totale massimo di 250 euro, sempre con 1 euro di commissione.

Se invece preleviamo ai bancomat “tradizionali”, la Postepay permette di prelevare fino a 250 euro, con un costo di 1,75 euro, nell’Area Euro, mentre nei paesi Extra-Euro, si può prelevare sempre fino a 250 euro, ma le commissioni arrivano fino a 5 euro.

Per ricaricare la carta Postepay, si deve versare una quota in denaro presso gli sportelli automatici di poste e banche, presso le ricevitorie Sisal abilitate oppure on-line sul sito delle Poste Italiane.

PayPal

PayPal, invece, è considerato di gran lunga il metodo di pagamento più sicuro per gli acquisti on-line. In primis, non bisogna lasciare all’acquirente nessun codice o altri dati per il pagamento. Il pagamento tramite PayPal è anche il più facile e comodo da eseguire per l’acquirente, che non deve pagare nessuna tariffa aggiuntiva.

LEGGI ANCHE  Differenza tra economia e finanza

Quest’ultima, infatti, è a spese del venditore che paga solo una piccola percentuale del costo finale di vendita degli oggetti. PayPal è considerato il sistema di pagamento più usato ed è presente in 190 paesi nel mondo.

Per aprire un conto PayPal è d’obbligo registrarsi nel sito internet dell’azienda, elencare i dati riferiti alla relativa carta di credito che può anche essere una prepagata, o versare nel conto una somma di denaro tramite bonifico.

È anche possibile effettuare prelievi di denaro per trasferirlo poi sul proprio conto corrente bancario o postale, o alla stessa carta di credito. Con PayPal si può prelevare fino ad un importo massimo di 500 euro.

È possibile utilizzare PayPal nei punti vendita Lottomatica e negli sportelli bancomat nell’Area Euro, pagando una commissione pari a 1,70 euro; mentre fuori dell’area Euro la commissione sale a 3,90 Euro. È consigliata nelle transazioni che vengono effettuate per tutti i portali di e-commerce per la sua ormai riconosciuta sicurezza nelle transizioni di denaro.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999 (un millennio fa!). Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Instagram, LinkedIn, Twitter, Facebook.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi: