Differenza tra burattino e marionetta

Print Friendly, PDF & Email

Molto spesso i termini burattini e marionette vengono confusi. Proviamo a fare chiarezza sull’etimologia e sul significato delle parole marionetta e burattino in questo articolo.

Il burattino

Per burattino si intende un pupazzo con il corpo di pezza, e l’eventuale testa di legno o di altro materiale, che compare in scena a mezzo busto ed è mosso dal basso, dalla mano del burattinaio che lo infila come un guanto. Il burattinaio, inoltre, dà voce al pupazzo e può essere aiutato e accompagnato da musica, suoni, luci e rumori che vengono prontamente gestiti anche grazie all’aiuto di altri collaboratori.

Alcune tipologie di burattini sono invece mosse grazie all’ausilio di un bastone e due aste prontamente collegate alle mani e che permettono al burattinaio di far gesticolare il proprio pupazzo animandolo.

Burattinaio con i suoi burattini
Un burattinaio con i suoi burattini: il burattinaio infilo i pupazzi nella sua mano e presta la sua voce ai personaggi

Il burattino è caratterizzato da tre parti, identificabili in: testa, mani e veste. Il materiale con il quale sono fabbricate le teste è solitamente leggero: cartapesta, stoffa, legno o creta. L’impugnatura del burattino, da parte del burattinaio, avviene infilando il dito indice nel cavo della testa e il pollice e il medio nelle due braccia. In alternativa al dito medio, si può optare per il dito mignolo. La veste del burattino può essere all’italiana, alla lionese, alla russa, all’inglese o alla jugoslava.

Il burattino possiede una discendenza meno nobile rispetto alla marionetta ed è indirizzato ad un pubblico popolare; inoltre rappresenta una sorta di caricatura della personalità umana e trova il suo ruolo tragico-comico nella propria irruenza fisica e verbale. Possiede inoltre pochi tratti caratteristici che ne consentono l’identificazione: così le principesse avranno la veste celeste, i diavoli rossa, Pulcinella avrà la veste colorata di bianco e igiudici e dottori colorata di nero.

LEGGI ANCHE  Il teatro a Roma: breve storia e riassunto del teatro romano

La marionetta

Le marionette, invece, sono dei pupazzi in legno, stoffa o altro materiale, che compaiono in scena a corpo intero e sono mosse dall’uomo tramite fili collegati alle estremità del corpo e sulla testa.

Marionette
Le marionette sono mosse dai fili, tirati dal marionettista

La marionette sono figure umane complete, dalla testa ai piedi, che vestono abiti in miniatura. Colui che mette in scena gli spettacoli di marionette è detto marionettista, mentre il genere spettacolare è definito con il nome di “teatro delle marionette”. Il movimento della marionetta sarà quindi aereo e lieve, costantemente teso alla ricerca della perfezione, a differenza di quella del burattino.

Una foto di pupi siciliani
Pupi siciliani

Tra le più famose marionette annoveriamo quelle siciliane, chiamate con il termine di “pupi siciliani”.

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999 (un millennio fa!). Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Instagram, LinkedIn, Twitter, Facebook.

Ci siamo impegnati per preparare questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Facci sapere cosa ne pensi: