Lusso (opera di Henri Matisse)

Print Friendly, PDF & Email

Tre donne che giocano sulla spiaggia: è il tema di “Lusso” di Henri Matisse, dipinto nell’estate tra il 1907 ed i primi mesi del 1908. Si tratta di caseina su tela, di centimetri 209,5 x 138, conservato a Copenaghen presso lo Statens Museum for Kunst.

Due versioni

Henri Matisse, Lusso (1907, prima versione)
Lusso (Luxe I), quadro di Henri Matisse del 1907

Il pittore francese realizza due dipinti che rappresentano lo stesso soggetto, tre donne sulla spiaggia, ma usando uno stile diverso per ognuno. La prima versione di Lusso, del Centre Pompidou, è stata dipinta a Collioure nell’estate del 1907: si tratta di un disegno approssimativo, con una stesura di colore più densa e con uno sfondo del paesaggio leggermente divisionista.

Henri Matisse, Lusso (1907, seconda versione)
La seconda versione di “Lusso” (Henri Matisse,1907)

A distanza di poco tempo dalla prima versione, Matisse realizza, nell’estate tra il 1907 e il 1908, la seconda versione: la pittura è liscia e piatta, usa una forte e sinuosa linea di contorno, che lo rende un disegno nitido e sciolto.

Lusso: il quadro

Matisse dipinge le tre donne in un clima mediterraneo e idilliaco, anche se non risulterebbe chiaro il significato simbolico dei gesti delle tre donne raffigurate. Una è dipinta in piedi, mentre la seconda donna sembra cercarle un piede sotto un panno bianco che lo copre, e la terza donna corre con un mazzo di fiori in mano. Il corpo delle donne è dipinto di giallo, bionda una, castana l’altra, capelli neri la donna in primo piano. Il mazzolino è blu e marrone, mentre il fondo è realizzato con il marrone chiaro, il verde, il panna e l’azzurro.

Più volte, nei suoi scritti, Matisse ricorda l’importanza del disegno, che trasferisce sul foglio o sulla tela le sue emozioni:

“Ho sempre considerato il disegno non come un esercizio di particolare abilità, ma soprattutto come un mezzo per esprimere sentimenti intimi e stati d’animo: mezzi semplificati però per dare maggiore semplicità, maggiore spontaneità all’espressione”.

Differenze

Le due opere sono molto simili ma non identiche tra loro. Nella seconda versione, le figure sono più nitide, più sinuose e ben definite, quasi come se si staccassero dal fondo. È come se il pittore francese in questa sua ripetizione abbia voluto ricercare un’altra realtà.

 







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Serena Marotta

Serena Marotta

Laureata in giornalismo, nata il 25 marzo 1976, Serena Marotta è anche scrittrice e poetessa. In passato ha collaborato con il "Giornale di Sicilia" e con "La Repubblica" e, attualmente, scrive articoli per il giornale "L'ora" e per questo sito, cura l'ufficio stampa della casa editrice Torri del Vento, del Caffè letterario Riso e dell'associazione Siciliae Mundi. Queste sono in sintesi, le notizie di base per redigere una qualunque biografia. Quello che non può essere né schematizzato né semplicemente elencato, è in primo luogo la passione che riversa in tutto ciò che fa. Il mondo osservato da due occhi verdi carichi di dolcezza e determinazione, una voce sublime che incanta, un’anima che grida attraverso parole che, considerati gli obiettivi che Serena è riuscita a raggiungere, assumono la caratteristica di concreti fatti.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante