Festival di Cannes

Print Friendly, PDF & Email

Il Festival International du film di Cannes si svolge ogni anno a maggio per due settimane nella cittadina francese di Cannes, in Costa Azzurra. Si tratta di uno dei festival del cinema più famosi al mondo, che attira ogni anno registi, attori e celebrities del mondo dello spettacolo.

Cannes
Cannes: una foto della città

In queste due settimane di maggio, la cittadina si trasforma nella sede di innumerevoli sfilate sul tappeto rosso, la passerella dove si mostrano attori e registi chiamata Monteé des Marches. Un’occasione fondamentale per i produttori e i registi che fanno a gara per presentare i loro lavori, esponendosi così ad un pubblico di giudici esperti. Essi partecipano anche per avere maggiore visibilità e vendere i diritti ai distributori di tutto il mondo.

Di seguito andiamo a raccontare la storia del Festival, insieme ad alcuni dettagli sui premi e sulla selezione dei film per il Festival di Cannes.

La storia del Festival di Cannes

La prima edizione del Festival di Cannes fu quella del 1939: nacque come reazione alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, allora guidata dai gerarchi fascisti e nazisti che selezionavano arbitrariamente i film, basandosi esclusivamente su tematiche aderenti ai due regimi.

Il film presentato nel 1937 dai francesi, l’indiscusso capolavoro La grande illusione di Jean Renoir, venne escluso dalla premiazione a Venezia perché accusato di diffondere ideali pacifisti. Si preferì premiare pellicole vicine alle idee dei totalitarismi, quali il documentario Olympia di Leni Riefenstahl e Luciano Serra pilota di Goffredo Alessandrini.

In risposta a questa evidente disparità, l’allora Ministro francese della pubblica istruzione e delle belle arti Jean Zay, propose la creazione a Cannes di un festival di risonanza internazionale, volto a fare concorrenza a quello di Venezia. Così nel 1939 si avviò la prima edizione, presieduta eccezionalmente da Louis Lumiere.

La kermesse avrebbe dovuto svolgersi il 30 settembre ma la dichiarazione di guerra della Francia alla Germania del 3 settembre dello stesso anno mise fine allo spettacolo, che quindi si concluse ancora prima di iniziare. La prima vera edizione del Festival di Cannes si tenne nel 1946, dal 20 settembre al 3 ottobre e si stabilì la cadenza annuale. Il primo luogo scelto come ambientazione fu il Casinò, che venne poi sostituito negli anni con il Palais de la Croisette fino al 1983.







La prima giuria era composta da 18 elementi, tra cui critici, produttori ed esperti, ciascuno proveniente dai 18 paesi partecipanti. Il Festival di Cannes degli anni Quaranta ospitò tutti i grandi attori del tempo senza però dimenticare le macerie della guerra appena conclusa: uno dei Grand Prix della prima edizione venne infatti attribuito a Roma città aperta (1945) film di Roberto Rossellini.

Dagli anni Cinquanta in poi il cinema italiano riuscì ad ottenere importanti riconoscimenti a Cannes; tra i premiati si ricordano: Vittorio de Sica, Eduardo de Filippo, Silvana Mangano, Federico Fellini e Pier Paolo Pasolini.

Da ricordare anche l’edizione del 1968 duramente contestata dai francesi a seguito di una serie di movimenti anti-capitalisti che si diffusero nel paese. Monica Vitti, che faceva parte della giuria, si dimise insieme a molti altri giurati in segno di solidarietà con studenti e operai in sciopero. Il Festival venne sospeso e non fu assegnato nessun premio.

Nel 2012 è stato il regista italiano Nanni Moretti a presiedere la giuria del Festival, grande motivo di vanto per l’Italia. Nel 2013 è toccato al regista americano Steven Spielberg. La 68° edizione del Festival del 2015, che ha avuto luogo dal 13 al 24 maggio, è stata presieduta eccezionalmente da due persone: i registi Joel ed Ethan Coen. Il film francese Dheepan si è aggiudicato la Palma d’oro ed Ingrid Bergman è stata omaggiata con un mega poster ed un documentario a lei dedicato.

Festival Cannes Logo
Il logo del Festival del cinema di Cannes

I premi e la selezione

La selezione dei film del Festival del cinema di Cannes è formata da due sezioni principali: il Concorso e Un Certain Regard, più i film fuori concorso, proiezioni speciali e cortometraggi. Il Concorso è la parte più importante del festival e quella più esposta ai media. La giuria, composta da personalità di spicco del mondo della cinematografia, nel corso della cerimonia di chiusura assegna i premi principali: la Palma d’oro per il miglior film, il Grand Prix, il premio per la miglior regia, i premi per la migliore interpretazione maschile e femminile, il premio per la migliore sceneggiatura e il premio della giuria. Possono essere ammessi sia film di registi famosi che di esordienti.

Cannes Festival - Palma d oro
La Palma d’oro è il premio che viene assegnato al Festival di Cannes

Un Certain Regard è invece una sezione dedicata alle opere più originali, che rappresentano l’avanguardia del cinema di oggi. La premiazione avviene nel teatro Debussy il giorno prima di quella del concorso.

Esistono poi anche un concorso di cortometraggi, in genere una decina; la sezione Cannes Classic che presenta film d’epoca restaurati; lezioni di cinema, di musica e di attori.

Cannes - Tappeto rosso
Il red carpet (tappeto rosso) de La Croisette, dove sfilano moltissime star del cinema. Nella foto: Monica Bellucci e Sophie Marceau (2009)

Il Festival è diventato un appuntamento importante non solo per lo showbusiness mondiale ma soprattutto per l’industria cinematografica, e viene seguito da milioni di persone in tutto il mondo. Da ricordare l’emendamento dell’articolo 1 dello statuto del Festival che riassume lo spirito e l’obiettivo della sua creazione: favorire la valorizzazione delle opere di qualità e lo sviluppo dell’industria del film nel mondo.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Anna D'Agostino

Anna D'Agostino

Anna D'Agostino è nata e cresciuta a Napoli. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, è una grande appassionata di libri e scrittura. Collabora come giornalista pubblicista presso varie testate online e lavora come insegnante di approfondimento letterario presso una scuola media.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante