Pago-Pago, vaso di design

Il vaso Pago-Pago fu ideato e disegnato da Enzo Mari alla fine degli anni’60.

Venne prodotto dall’azienda Danese fra il 1969 e il 1994; in seguito venne prodotto da Alessi dal 1997 al 2000.

Il vaso è una delle dimostrazioni più interessanti di praticità ed eleganza.

Pago-Pago vaso
Pago-Pago vaso

Pago Pago (che si pronuncia: Pango Pango) è anche il nome di un villaggio nonché capitale delle isole Samoa Americane.

La praticità

È pratico perché ha due imboccature:

  • una più grande per accogliere un mazzo di fiori, più consistente;
  • una più piccola per poter inserire un mazzetto più contenuto.

Le due imboccature sono unite da un’unica struttura che permette di girare il vaso per la doppia funzionalità, ma anche di produrlo con un solo stampo, formato da due parti.

Il materiale

Il materiale con cui è realizzato è lo stesso dei mattoncini Lego (invenzione di Ole Kirk Kristiansen): si chiama ABS e permette una certa duttilità per la creazione di prodotti con linee particolari.

L’eleganza

L’eleganza, invece, appartiene alla fantasia del suo creatore, Enzo Mari. Ma appartiene anche alla fantasia di coloro che lo acquistano: viene infatti utilizzato in contesti casalinghi, oppure come oggetto estetico da inserire in un arredamento particolare.

Il vaso Pago-Pago è stato prodotto in colori diversi:

  • verde,
  • viola,
  • giallo,
  • bianco,
  • nero.

Anche se non tutti sono d’accordo nel considerarlo un vaso particolarmente bello o elegante, per il mio gusto invece è un oggetto molto particolare, dall’eleganza curiosa; di certo è diventato un oggetto da collezione, perché simbolo del design degli anni ’70.

Video dal sito: www.fulviocaporale.com

Ci siamo impegnati per scrivere questo articolo. Speriamo ti sia piaciuto. Se ti è stato utile, lascia un messaggio in fondo.

Avatar photo

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

Speriamo questo articolo ti sia servito. Noi ci siamo impegnati. Lascia un commento, per favore:

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap