San Giovanni Battista

Print Friendly

Celebrato il 24 giugno, San Giovanni Battista è considerato il protettore, tra gli altri, dei fabbricanti delle forbici, delle spade e dei coltelli (per la spada del supplizio), degli albergatori (per la causa della sua morte, il banchetto di Erode), di pellicciai, sarti e conciatori di pelli (per la cintura e l’abito in pelle di cammello da lui realizzato durante le sue peregrinazioni nel deserto) e dei cardatori di lana (per l’agnello).

San Giovanni Battista
San Giovanni Battista

Patrono dell’Ordine di Malta, della città di Ragusa e della Contrata della Pantera di Siena, viene invocato anche contro le gravi calamità naturali, ed è ritenuto il protettore delle Anime Decollate, morte a causa di un boia.

Nato a Gerusalemme il 5 avanti Cristo, figlio della cugina di Maria, Elisabetta, e di Zaccaria, che diventano suoi genitori in tarda età, viene alla luce dopo essere stato annunciato dall’arcangelo Gabriele. L’arcangelo si era infatti presentato a Zaccaria mentre questi era impegnato a offrire l’incenso nel Tempio, anticipandogli che suo figlio avrebbe operato numerose conversioni in Israele, pieno di Spirito Santo, con la forza di Elia. Da quel momento, Zaccaria aveva perso la voce a causa dell’incredulità, e l’aveva riacquistata solo alla nascita del figlio, avvenuta nel villaggio di Ain Karim.

Dopo essere andato a vivere nel deserto (della sua giovinezza non si conosce nulla), San Giovanni Battista intraprende una vita di preghiera e di penitenza, seguendo il voto di nazireato della tradizione ebraica. Cibandosi di miele selvatico e locuste, e indossando un abito di pelle di cammello, si dedica al battesimo di chi decide di convertirsi al cristianesimo. Lo stesso Gesù vuole farsi battezzare da lui nel fiume Giordano: è in questa occasione che Giovanni parla del figlio di Maria come dell’agnello di Dio che toglie i peccati del mondo.







Nonostante quell’incontro, tra i discepoli di Gesù e quelli del Battista non mancano le polemiche, anche perché Giovanni, pur non dubitando del carisma del cugino, manifesta perplessità sulla sua definitiva messianicità: al punto che manda a chiedere allo stesso Gesù se sia lui il Messia, o se un altro è in procinto di venire. Pur avendo ascoltato Dio parlare di Gesù di Nazareth definendolo eletto, e pur avendo preso parte alla manifestazione dello Spirito su di Lui, il Battista sceglie di non seguirlo come discepolo e di non sciogliere la propria scuola. Da una parte, Cristo definisce Giovanni il più grande tra i nati di donna; dall’altra, lo definisce il minimo del regno, nel senso che chiunque riconosca il regno è destinato a diventare più grande di lui.

Non mancano, inoltre, i contrasti tra Giovanni e i gerosolomiti, la comunità guidata da Giacomo.

Nel corso della sua missione, San Giovanni Battista condanna lo sposalizio tra Erodiade, vedova di Filippo, ed Erode: essi, per vendetta, lo mettono in prigione e durante un banchetto lo fanno decapitare a Macheronte, per compiacere Salomè, la figlia di Erodiade. E’ il 28 dopo Cristo.

Divenuto, a causa della decapitazione, noto anche come San Giovanni decollato (la cui celebrazione cade il 29 agosto, data cui viene fatto risalire il ritrovamento della reliquia della sua testa), il Battista viene ricordato in numerose città che ne hanno preso il nome o hanno visto le proprie chiese intitolate al Santo. La tradizione cattolica vuole che le sue reliquie siano conservate attualmente a Roma nella chiesa di San Silvestro in Capite, qui giunte nel corso del papato di Innocenzo II.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante

non mi risulta che Gesù abbia mai fondato la religione cristiana. Tantomeno sia valida questa a mio parere fuorviante frase contenuta in questa biografia:"… si dedica al battesimo di chi decide di convertirsi al cristianesimo…"