Moby Dick – Riassunto

Print Friendly, PDF & Email

Moby Dick è un romanzo scritto da Herman Melville pubblicato per la prima volta il 18 ottobre 1851 in Gran Bretagna (il 14 novembre 1851 negli Stati Uniti). E’ un romanzo atipico in cui la trama si intreccia con lunghe digressioni filosofiche sull’esistenza. La prima traduzione italiana fu compiuta da Cesare Pavese nel 1932. In Italia, con la traduzione di Pavese, è pubblicato da Adelphi.

La prima edizione di Moby Dick, del 1851
La prima edizione di Moby Dick, del 1851

Trama e riassunto del libro

Ismaele è il protagonista del romanzo, la sua voce narra tutta la storia. E’ un ragazzo americano che ama l’avventura e un giorno decide di lasciare la sua casa allo scopo di iniziare un viaggio per mare. Si reca nel porto di Nantucket, situato nel Massachussets, per cercare la nave adatta al suo viaggio. Prima di salpare incontra un polinesiano di nome Quiqueg con cui stringe amicizia; i due decidono di salpare assieme sulla nave Pequod. Dopo aver conosciuto l’equipaggio e aver contrattato lo stipendio prendono posto e ruolo sulla nave. L’equipaggio è incompleto, manca il capitano che conosceranno in seguito.







Il capitano si chiama Achab ed è un uomo rude, ossessionato da una vendetta: vuole uccidere una balena bianca, che in realtà, per la conformazione fisiologica, somiglia di più ad un capodoglio, colpevole di avergli staccato una gamba alcuni anni prima. Il capitano chiarisce subito che si tratta di un viaggio insolito, teso solo a questo scopo: la cattura e l’uccisione dell’immenso animale.

Moby Dick, un'illustrazione
Moby Dick, un’illustrazione

La nave salpa con la punta verso sud e giunge vicino all’estremità sud dell’Africa, nei pressi del Capo di Buona Speranza in cui sono state avvistate tracce di balene. Ma non  trovano traccia di Moby Dick e allora proseguono verso l’Oceano Indiano per poi entrare nel Pacifico. Durante il viaggio incontrano diverse balene, una delle quali distrugge una lancia, una barca più piccola e più agile, con a bordo alcuni uomini dell’equipaggio tra cui anche Ismaele, in seguito avvistano anche un calamaro gigante che scambiano per un cetaceo. Poi giunti nell’Oceano Pacifico si scontrano, con lo stupore di tutto l’equipaggio che non credeva nell’esistenza di Moby Dick, con la balena, un capodoglio enorme e bianchissimo.

Moby Dick, un'illustrazione
Moby Dick, un’illustrazione

Si lanciano all’inseguimento  e calano più volte le lance, per cercare di avvicinare la balena e arpionarla. L’inseguimento dura tre giorni, durante i quali avvengono alcuni scontri fra gli ufficiali e il capitano, perché quest’ultimo vuole a tutti i costi uccidere il suo nemico. Ma è un duello mortale in cui Achab soccombe trascinato negli abissi dal cetaceo e la sua nave, il Pequod, affonda per sempre nell’Oceano. Ismaele si salva aggrappato ad una bara di legno che aveva intagliato il suo amico polinesiano e così alla deriva viene individuato e raccolto da un’altra nave.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall’inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante