Irène, Alex, Camille: 3 libri di Pierre Lemaitre

Print Friendly

nella botte piccola

irène, alex, camille – mondadori, 2011-2015 sono tre libri di pierrelemaitre arrivati per la santa lucia lo scorso dicembre. dai miei, sul garda, non arrivavano i regali per natale, ma per santa lucia. poi a natale niente. però santa lucia era bellissimo, il tavolo era pieno di giochi e dolci e una volta io ero quasi grande e mariolino ha ricevuto michelangelo delle tartarughe ninja ma grande eh, tipo 50 cm de tartaruga ed era il bambino più contento del mondo. e se lui è contento, può cadere anche il mondo, non me ne frega niente.
allora negli anni per santa lucia io ho sempre fatto un pensiero a chi viveva con me e be’, ci vuole un po’ per abituarle le persone. a volte le ho abituate mica troppo bene, una santalucia qualche anno fa il mio ex mi ha detto “sai cosa, io e la mia nuova morosa aspettiamo un bambino”. ok scusa se ci siamo lasciati tipo l’altroieri (non l’altroieri in senso letterale dai). però quella sera è arrivato stitch grande. anche se santalucia la si trova la mattina, e non la sera, stitch grande è bellissimo.

Irene Alex Camille - Libri - Pierre Lamaitre
Trilogia: Irène, Alex, Camille: le copertina dei libri di Pierre Lamaitre

di pierre le maitre ho parlato mille volte e forse più. anche nel noir si conferma eccellente, mai banale, ma avevo pochi dubbi. la trilogia ha come protagonista camille vanderqualcosa, uno di quei nomi di origine fiamminga che non mi ricorderò mai. il fiammingo è difficilissimo. camille è un poliziotto assai intelligente e assai basso. tipo, più basso di me, questo la dice lunga. però ha due palle così (con le mani vi sto facendo vedere, il tipico gesto che indica appunto due palle così). lui e la sua squadra sono irriverenti smart ognuno diverso a modo suo. questo è un po’ un classico nei noir, ma va bene uguale, se sai scrivere e sicuramente lemaitre sa scrivere.

le trame sono brillanti e mai scontate. ma non tipo in nesbo che dopo un po’ lo sai, che ti sembra una cosa e invece sai che non sarà così. sono spiazzanti, a volte. non risparmiano dettagli macabri ma quelli ormai sono ovunque, non ci si scandalizza più.







camille nei libri, nel passare degli anni, non cresce – intendo a livello umano, non di altezza – ma cambia, per le cose che gli succedono, per l’età che avanza, per quello che la gente fa di lui. è un personaggio che ci si prende a cuore.

irène è un romanzo che parla anche di altri romanzi, romanzi che chi ama i noir conosce e apprezza, e non si tratta di citazionismo, quanto più di omaggio.
alex e camille (parlo dei libri eh non dei personaggi) ribaltano il punto di vista del lettore, e non sempre è facilissimo. quanto provare empatia? quanto mannaggiamme se spoilero qualcosa poi la gente mi aspetta sotto casa?

Pierre Lemaitre
Pierre Lemaitre

poco da dire ancora se non che questi son libri che se ti metti a leggerli, dopo manco una settimana li hai finiti tutti e tre, pure se lavori e non hai tempo, perché è così, devi andare avanti, sempre, per forza. non per la trama, ok, anche, ma per la maestria di pierre lemaitre nello scrivere.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Arlec

Arlec

giro le pagine - solo così posso andare avanti è il nome della rubrica di arlec. arlec legge perché le piace. nella sua rubrica ci sono note sparse su quello che legge, che non sono proprio recensioni, ma pensierini.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante