Le tre età della donna (dipinto di Klimt)

Print Friendly

Le tre età della donna” è un’opera di Gustav Klimt realizzata nel 1905. Il dipinto rivisita in modo simbolico tre momenti (o fasi) della vita femminile: l’infanzia, la maternità e la vecchiaia. L’opera è conservata alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.

Le tre età della donna (Gustav Klimt, 1905)
Le tre età della donna (Gustav Klimt, 1905)

E’ un dipinto ad olio su tela di 180 x 180 centimetri (come Il Bacio, di Klimt).

Una breve analisi

L’artista viennese rappresenta in questo quadro un tema che troviamo spesso nella sua produzione: la precarietà della vita e della bellezza. Ne Le tre età della donna appare esplicita un’allegoria della vita e del corso delle stagioni.

Il gesto della donna anziana che si copre gli occhi ha un carattere drammatico: rappresenta la rinuncia ad affrontare la realtà e l’inevitabilità della morte. Simboleggia il tempo che scorre inesorabile e la morte che minaccia il genere umano, non solo quello femminile.

La donna giovane, raffigurata frontalmente e coperta soltanto da un velo, appare con una carnagione pallida ma la sua luminosità crea un deciso ed energico contrasto con quella della donna anziana, così come il colore dorato della capigliatura.







La piccola è paffuta, dettaglio che si nota nelle guance rosa. Come la donna che la tiene in braccio ha gli occhi chiusi, come immersa in una dimensione irreale: dai visi delle due figure femminili con gli occhi chiusi si intuisce tuttavia un senso di appagamento o felicità spirituale.

Le tre eta della donna, un dettaglio dei volti
Le tre eta della donna, un dettaglio dei volti

Anche lo sfondo aiuta a trasmettere questa sensazione: l’anziana si trova su un piano arretrato, dallo sfondo scuro, composto di toni che vanno dall’ocra al marrone al nero; le altre due si trovano su uno sfondo color oro, tinteggiato da colori pastello, decorato in modo ricco con motivi geometrici.

Da notare come le tre figure nel loro insieme diano l’idea di essere poste in un’area geometrica che ricorda quella di un sarcofago egizio.

Klimt

Il dipinto è esposto a Roma presso la Galleria nazionale d’Arte moderna.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante