Il cartello, libro di Don Winslow

Print Friendly, PDF & Email

messico e nuvole

faccio sempre molta fatica a scrivere di libri che mi piacciono. specialmente quando sono famosi e l’interweb è pieno di recensioni vere. quindi sono giorni che mi dico devi scrivere su quel libro lì, e giorni che rimando. procrastination is my religion.
il libro è di donwinslow, il cartello – einaudi, 2016.

Don Winslow - Il Cartello - libro
Don Winslow, Il Cartello • Copertina del libro (Einaudi, 2016)

don winslow è uno dei miei autori preferiti. da podio, proprio.
molti anni fa, quando sul blu* ci si andava tutti i giorni, quando non c’erano ancora tanti figli (degli altri), quando alla fine quello che si faceva era leggere e guardare film, qualcuno aveva consigliato di leggere il potere del cane. forse kollaps, che ora sta in india, o forse gian, che non mi parla da anni.
io ero andata in libreria e avevo diligentemente preso un libro intitolato il potere del cane. peccato fosse un libro di thomassavage con lo stesso titolo e leggendolo mi domandavo perché l’avessero consigliato. cioè non era un libro da mandare al macero ma.
sto manco a dire che non ricordo assolutamente niente, di quel libro.

poi ho letto il potere del cane quello vero. e BABAM! è stato amore. ma ammòre vero anche più forte di quello che ho provato l’altro giorno quando ero a fare il tifo per i maratoneti aspettando le mie amiche e ne sono passati due boni ma così boni che comunque non potevo inseguirli perché pur essendo al 21° correvano tipo a 4’/km.







da lì ho chiaramente letto tutto, incluso un libro non suo ma a cui uno suo si collega (shibumi, di trevaninan). e aspetto sempre il prossimo. il potere del cane l’ho preso il giorno dell’uscita ma l’ho tenuto lì un po’, l’ho coccolato, prima di leggerlo.
è pazzesco. don winslow le cose le sa. perché le studia, non le inventa. perché lui dedica il libro a tutti i giornalisti ammazzati in messico, invece che alla cagnolina, per dire. perché ogni giorno, anche su twitter, fa ottime analisi del narcotraffico messicano.
ho trovato carino questo (ocio, SPOILER). ma winslow non copia, spiega. e a me, che del messico non so nulla, racconta le cose.
btw se avete visto narcos, troverete molti punti di contatto.

io di don winslow non riesco bene nemmeno a parlare. non so scegliere tra bobby z e frankie machine, ma so che vorrei essere in spiaggia con la pattuglia dell’alba, ohana. che poi, ohana, io ce l’ho scritto sul braccio, e vuol dire tanto tantissimo. don winslow racconta di mortiammazzati ma non è splatter manco quando chiunque altro lo sarebbe. don winslow è baja california ma anche new york, città del messico e molto altro. avete visto la serie tv graceland? ecco, rende l’idea.

niente non sono capace a parlare di una cosa che mi è piaciuta molto. non vengono fuori, le cose. e questo è un mio problema un po’ sempre.

*il blu è il nome di un forum nato da un gruppo di ammutinati dal forum ufficiale di ammaniti, che ha riempito graaaaaaande parte della mia vita.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Loading...
Arlec

Arlec

giro le pagine – solo così posso andare avanti è il nome della rubrica di arlec. arlec legge perché le piace. nella sua rubrica ci sono note sparse su quello che legge, che non sono proprio recensioni, ma pensierini.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante