Il Bacco (opera di Michelangelo)

Print Friendly, PDF & Email

Durante il suo soggiorno a Roma, avvenuto nell’estate del 1496 – che corrisponde alla prima visita a Roma per l’artista – Michelangelo realizza due celebri opere: Il Bacco e La Pietà. Qui di seguito possiamo vedere la prima, Il Bacco, frutto delle sue prime esperienze romane.

Bacco, scultura di Michelangelo
Michelangelo Buonarroti: Il Bacco (1496-1497). Tre foto con il dettaglio del giovane mentre degusta l’uva

Realizzata nel periodo 1496-1497, è una scultura in marmo, alta 1,84 metri (con la base misura 2,03 metri). Si trova a Firenze, presso il museo Nazionale del Bargello. L’opera fu ordinata dal cardinale Riario, e venne acquistata dal banchiere e antiquario Jacopo Galli che la conservò nella sua collezione romana. Nel  periodo 1571-1572 divenne di proprietà di Francesco de’ Medici.

Nel Bacco di Michelangelo Buonarroti, il giovane dio, è rappresentato appoggiato sulla gamba sinistra, mentre solleva con il braccio destro la tazza, lasciando cadere sul fianco l’altro braccio e l’altra gamba è appoggiata.

Ai piedi di Bacco è scolpito un giovane rappresentato mentre degusta degli acini d’uva, offerti a lui dalla mano del dio del vino: tale gesto, raffigurato con maestria, suscitò molta
ammirazione nei confronti di Michelangelo da parte degli scultori del tempo, proprio per il realismo.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Loading...
Serena Marotta

Serena Marotta

Laureata in giornalismo, nata il 25 marzo 1976, Serena Marotta è anche scrittrice e poetessa. In passato ha collaborato con il “Giornale di Sicilia” e con “La Repubblica” e, attualmente, scrive articoli per il giornale “L’ora” e per questo sito, cura l’ufficio stampa della casa editrice Torri del Vento, del Caffè letterario Riso e dell’associazione Siciliae Mundi. Queste sono in sintesi, le notizie di base per redigere una qualunque biografia. Quello che non può essere né schematizzato né semplicemente elencato, è in primo luogo la passione che riversa in tutto ciò che fa. Il mondo osservato da due occhi verdi carichi di dolcezza e determinazione, una voce sublime che incanta, un’anima che grida attraverso parole che, considerati gli obiettivi che Serena è riuscita a raggiungere, assumono la caratteristica di concreti fatti.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante