La guerra (opera di Henri Rousseau)

Print Friendly, PDF & Email

La guerra” è un’opera eseguita dall’artista Henri Rousseau nel 1894, dopo vent’anni dalla fine del conflitto franco-prussiano, cui l’artista aveva partecipato come sergente. Si tratta di un dipinto delle dimensioni di 114 x 195 cm. Il quadro è attualmente conservato al Musèe d’Orsay di Parigi.

La guerra (La guerre) - 1894 - Henri Rousseau
Henri Rousseau, “La Guerra” (La guerre) • 1894 circa • Olio su tela • Cm 114 x 195 • Parigi, museo d’Orsay

Il dipinto, che vuole esprimere il rifiuto di ogni forma di violenza, è notevole per la cadenza ritmica con cui vi è reso il movimento. La sua pittura è allegorica, fantastica, realizzata con un ritmo imponente, con audacia decorativa e alta qualità cromatica.

La guerra: analisi del quadro

Al centro dell’opera, possiamo ammirare una donna armata, brutta e selvaggia, che tiene in mano una spada e una fiaccola e che cavalca con impeto un cavallo che ha le sembianze similari ad un mostro ibrido.







Il cavallo è totalmente opposto al cavallino bianco rappresentato nel quadro di RousseauLa carriole du père Junier“; qui lo troviamo raffigurato nero, selvaggio e con il pelo irto: questo sta a simboleggiare come la guerra riporti primitività.

Henri Rousseau: La Carriole du Père Junier (1908) • Il calesse di papà Junier
Il calesse di papà Junier (La Carriole du Père Junier, Henri Rousseau, 1908) • Parigi, Musée de l’Orangerie

Nella parte inferiore dell’opera, vengono riprodotti tutti gli effetti devastanti della guerra. Ciò lo si deduce dagli innumerevoli cadaveri con i corvi che se ne cibano e dalla visione di alberi spogli ed i rami spezzati che danno vita ad un panorama di desolazione che allude inequivocabilmente alla morte.

L’artista utilizza colori che richiamano al dramma: infatti, il verde, simbolo della speranza, è del tutto assente e dominano, invece, le tonalità del nero e del rosso, colori rispettivamente del lutto e del sangue. Nell’opera, a stemperare la drammaticità della guerra, solo l’uso del colore rosa per disegnare le nuvole e dell’azzurro sgargiante a colorare il cielo.

La struttura è piramidale (idea creata da Leonardo da Vinci): alla base, troviamo i cadaveri e via via altri soggetti sino ad arrivare alla donna che è rappresentata al vertice della composizione. La tela La guerra” di Henri Rousseau fu esposta inizialmente al Salon des Independants dove venne accolta da una parte con sarcasmo per il suo aspetto goffo e dall’altra con entusiasmo, grazie all’indipendenza dello stile, che l’artista ha saputo trasmettere.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante