Ocean’s Eleven – Trailer e trama del film

Print Friendly

Remake di “Colpo Grosso”, pellicola del 1960, “Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco” (titolo originale: “Ocean’s Eleven”) è un film diretto da Steven Soderbergh, uscito nelle sale cinematografiche nel 2001.

Ocean's Eleven
Ocean’s Eleven, locandina

Ocean’s Eleven: riassunto e trama

Uscito di prigione dopo cinque anni di reclusione per rapina e truffa aggravata, Danny Ocean va a ritrovare Rusty Ryan, vecchio compagno con un passato di truffatore e rapinatore, attualmente insegnante (naturalmente illegale) di poker. Dopo aver spennato i suoi “studenti”, Rusty, parlando con Danny, viene a sapere che l’amico vuole tentare un furto ai danni del “Mirage”, del “Bellagio” e dell’”MGM Grand”, i tre principali casinò di Las Vegas, proprietà di Terry Benedict.

La coppia di furfanti, dunque, si reca da Reuben Tishkoff, a sua volta ex compagno di lavoro dei due, che adesso è diventato un ricco industriale. Reuben, non appena saputo del progetto, accetta immediatamente la proposta dei vecchi colleghi, anche perché intenzionato a vendicarsi di Benedict, che è in procinto di distruggere il suo casinò. Si può dunque iniziare a pianificare la rapina. Danny, in particolare, ha il compito di reclutare le altre persone che dovranno far parte della squadra, tutte con un compito preciso.

Il primo individuo è Yen, un acrobata che avrà il dovere di penetrare all’interno del caveau del “Bellagio” di Benedict con la collaborazione di Saul Bloom, il quale a sua volta fingerà di essere un venditore di armi per trarre in inganno il proprietario del casinò. Yen dovrà posizionare all’interno del locale alcune bombe, che saranno fatte saltare in aria dall’esterno da Danny. Del team faranno parte anche i fratelli Malloy, cui spetterà il compito di duplicare le chiavi dell’ingresso e effettuare tutti gli appostamenti necessari a rendere sicuro il piano. Frank Catton dovrà spiare il casinò, sfruttando il fatto che è appena stato assunto come croupier, e riferire tutte le informazioni utili; infine, Livingston Dell si occuperà di installare le telecamere all’interno del caveau.

Mentre Bloom, dunque, interpreta un produttore di armi benestante davanti a Benedict, chiedendogli di conservare per lui un carico importante, Linus Caldwell, figlio d’arte (nel senso che anche i suoi genitori sono ladri) sorveglia Benedict pedinandolo e tenendolo costantemente sotto controllo. Secondo le informazioni in possesso di Danny, il giorno in cui il furto andrà in scena nel caveau del casinò si troveranno almeno 150 milioni di dollari.
Il giorno in cui la prima parte dell progetto deve essere messa in atto, però, le cose non vanno come dovrebbero.







Non appena il palazzo del casinò viene distrutto, infatti, un blackout di corrente elettrica interessa l’intero quartiere. Danny, così, non ha più la possibilità di entrare indisturbato nel caveau. Basher Tarr, esperto di esplosivi, ha l’intuizione di rubare una bomba speciale al CalTech: si tratta di un esplosivo così potente (chiamato “strizza”) da essere in grado di provocare un blackout in tutta Las Vegas per circa trenta secondi. Linus intanto riceva da Rusty il compito di pedinare Benedict, per scoprire i suoi orari e le sue abitudini. Si viene così a scoprire che la compagna di Benedict è Tess, una ragazza che Rusty conosce già, visto che si tratta della ex moglie di Danny.

Per questo motivo Danny (che pare intenzionato a incontrare di nuovo Tess) viene a sua volta fatto pedinare da Rusty, sempre tramite Linus. Danny viene così espulso dal gruppo, perché tutte le telecamere sono concentrate su di lui: il suo posto in qualità di scassinatore viene preso dallo stesso Linus.

Arriva finalmente il giorno in cui il furto dovrà essere portato a termine. Il primo a entrare in azione è Bloom, che incontra Benedict e gli consegna il carico misterioso; dopodiché, Linus interpreta un falso impiegato di una società di controllo del gioco d’azzardo e si introduce con una scusa nel casinò, e da lì – inosservato – in un tubo che conduce direttamente al caveau. Danny, nel frattempo, viene scortato da due agenti in borghese (assoldati da Benedict) in una stanza in cui non ci sono telecamere, dove gli daranno una lezione: ma si scopre che la guardia del corpo di Benedict che dovrebbe picchiare Danny è un amico di quest’ultimo. Danny, così, in cambio di due milioni di dollari consegnati all’amico viene aiutato a penetrare, a sua volta, in un condotto che porta al caveau.

Nel frattempo, Bloom finge di essere colpito da un malore, e viene soccorso da Rusty, che nei panni di un finto medico decreta che non c’è nulla da fare: Bloom (o meglio, il produttore di armi che finge di essere) è morto. Tarr giunge a questo punto con lo “strizza”, la terribile bomba che metterà Las Vegas ko, e lo accende. Il blackout che ne consegue toglie l’elettricità alla città per mezzo minuto, il tempo necessario a Danny e Linus per arrivare all’accesso del caveau e posizionare gli esplosivi. Benedict, contattato da Rusty che lo ricatta chiedendogli metà del denaro contenuto nel caveau, si trova in difficoltà, e per salvarsi chiama la Swat, squadra speciale che è composta in realtà da tutti i protagonisti del furto. Il piano è riuscoto.

Tess si rende conto che Benedict preferisce i soldi a lei, e torna quindi con Danny, suo ex marito. Egli, però, è costretto a tornare in prigione, colpevole di aver violato la libertà vigilata.

Dopo Ocean’s Eleven

George Clooney
George Clooney

Seguito da “Ocean’s Twelve”, uscito nel 2004, e “Ocean’s Thirteen”, uscito nel 2007, entrambi diretti da Steven Soderbergh, “Ocean’s Eleven” trova la propria forza, oltre che nel pathos e nella tensione suggeriti dalla trama, in un cast di alto livello, che comprende Brad Pitt (nei panni di Rusty), George Clooney (Danny), Elliott Gould (Reuben), Andy Garcia (Benedict), Matt Damon (Linus) e Carl Reiner (Bloom). Compaiono inoltre, in alcuni cameo, diversi attori provenienti da telefilm cult dell’epoca, quali Joshua Jackson, Shane West e Holly Marie Combs.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante