Ragazza con l’orecchino di perla, di Jan Vermeer

Print Friendly, PDF & Email

Ragazza con l’orecchino di perla è uno dei quadri più conosciuti di Jan Vermeer. E’ stato dipinto nel 1665 ed è attualmente esposto al museo Mauritshuis, all’Aia, in Olanda. Il genere a cui si rifà Vermeer per realizzare quest’opera è il tronie. Si tratta di un genere molto diffuso ai tempi del pittore, che rappresenta un ritratto in costume. Cioè un quadro in cui i modelli indossano abiti esotici o vestiti che richiamano periodi di storia antica al fine di raffigurare personaggi storici realmente esistiti o personaggi biblici e religiosi. Tuttavia in questo quadro la ragazza ritratta – divenuta celebre come Ragazza con l’orecchino di perla – e la sua rappresentazione rimangono un mistero.

Jan Vermeer: Ragazza con l’orecchino di perla (1665)
Ragazza con l’orecchino di perla, di Jan Vermeer (1665)

Ragazza con l’orecchino di perla, o Ragazza col turbante: il dipinto

Gli abiti infatti che indossa – un turbante di colore azzurro, una fascia dorata uguale al vestito, l’orecchino di perla opalescente – non suscitano un richiamo iconografico tale da poter identificare un personaggio specifico.







La forza espressiva della ragazza, di straordinaria immediatezza, proviene dalla posizione del corpo, girato di tre quarti e dallo sguardo languido perfettamente ricreato da Vermeer.

Lo sfondo nero del quadro esalta i colori degli abiti e dell’incarnato. Sia il trattamento dell’azzurro del turbante che la luminosità degli occhi e il riflesso della luce sull’abito dimostrano un sapiente utilizzo dei colori e delle trasparenze.

Sono da osservare con attenzione il sapiente utilizzo della luce e le sfumature dei toni e dei colori nel passaggio da un contesto cromatico all’ altro.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante