Perché si dice: “Carpe Diem”?

Print Friendly, PDF & Email

Carpe diem” è una locuzione tratta dalle Odi del poeta latino Quinto Orazio Flacco, noto comunemente come Orazio (Odi I, 11, 8). Letteralmente “Cogli il giorno” ma tradotta generalmente con “Cogli l’attimo”, oltre ad essere una delle più celebri citazioni latine, è anche una delle filosofie di vita più conosciute nella storia.

Quinto Orazio Flacco
Quinto Orazio Flacco

Il verso oraziano completo cita: “Dum loquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero”; tradotto: “Mentre parliamo il tempo invidioso sarà già fuggito. Cogli il giorno, confidando il meno possibile nel domani”.

Questa filosofia si basa sul fondamento che all’uomo non è concesso di conoscere il futuro, né di predeterminarlo. Potendo agire solo sul presente, l’uomo deve concentrarsi sull’oggi, cogliendo le opportunità e le gioie di ogni giorno, senza essere condizionato da pensieri verso il futuro.

Questo pensiero è stato egregiamente proposto nel film del 1989, “L’attimo fuggente”, interpretato da Robin Williams.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante

e che poi Lorenzo il Magnifico mirabilmente tradusse in" quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia, chi vuol esser lieto, sia: del diman non v'ha certezza!

E' proprio vero che bisogna godersi il momento presente senza pensare al futuro perchè non abbiamo alcuna sicurezza su ciò che ancora deve avvenire.