I nomi dei mesi e dei giorni non si scrivono maiuscoli

Print Friendly

Quando si scrivono i nomi dei mesi e i nomi dei giorni della settimana non va usata la lettera iniziale maiuscola. I mesi si scrivono così:

  1. gennaio
  2. febbraio
  3. marzo
  4. aprile
  5. maggio
  6. giugno
  7. luglio
  8. agosto
  9. settembre
  10. ottobre
  11. novembre
  12. dicembre

I giorni della settimana si scrivono così:

  1. lunedì
  2. martedì
  3. mercoledì
  4. giovedì
  5. venerdì
  6. sabato
  7. domenica

Leggi anche: Da dove derivano i nomi dei giorni della settimana.

nomi dei mesi (calendario)







Quando è corretto usare la lettera maiuscola

Fin qui la regola va considerata come basilare. Poi però esistono le eccezioni. Se il nome della settimana corrisponde a un nome proprio, andrà indicato con la lettera maiuscola. Un esempio è il nome proprio femminile Domenica.

Il nome del giorno può essere scritto e indicato con la lettera maiuscola nei nomi delle ricorrenze e delle festività. Sono esempi il Sabato Santo, il Martedì grasso, il Lunedì dell’Angelo.

I dizionari della lingua italiana in realtà non concordano su quest’ultimo punto, perciò sono corrette entrambe le forme: la forma con la lettera maiuscola e la forma senza lettera maiuscola.

E’ invece corretto indicare con la lettera maiuscola le festività canoniche come Natale, Pasqua, Ferragosto.

I giorni della settimana al plurale

I nomi dei giorni della settimana assumono regolarmente la forma plurale. In realtà quelli che terminano con -ì rimangono invariati. Avremo pertanto, ad esempio

  • le domeniche
  • i sabati
  • i lunedì







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante