L’esecuzione dell’imperatore Massimiliano (quadro di Edouard Manet)

Print Friendly

L’esecuzione dell’imperatore Massimiliano di Edouard Manet è stato dipinto nel 1867, è un olio su tela, misura 252×305 cm ed è esposto a Mannheimnel Kunsthalle. Il 19 giugno del 1867 Massimiliano d’Austria, imperatore del Messico, viene condannato a morte e  fucilato a Quéretaro. L’esecuzione avviene insieme a due suoi generali. Manet decide di raffigurare la fucilazione e realizza quattro quadri con lo stesso tema.

Edouard Manet, Esecuzione dell'Imperatore Massimiliano (1867)
Esecuzione dell’Imperatore Massimiliano (Manet)

Questo dipinto riprende molti elementi del famoso quadro di Goya Tre di maggio 1808. Le divise dei soldati messicani sono molto simili a quelle dell’esercito francese dell’epoca e questo aspetto suscita molte polemiche in Francia, perché sembra che implicitamente Manet critichi Napoleone III che aveva da poco ritirato le sue truppe dal Messico dopo aver appoggiato con forza l’elezione di Massimiliano ad imperatore del Paese sudamericano.

Tali polemiche creano non pochi ostacoli alla visione del quadro che viene respinto dal Salon del 1868. In realtà la drammaticità dell’evento storico viene accentuata dalla posizione ravvicinata dei fucilieri e dai volti dei condannati rassegnati e atterriti dall’ incontro ineluttabile con la morte.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante