Differenza tra leopardo e ghepardo

Print Friendly, PDF & Email

Molto spesso nel mondo degli animali si fa confusione nell’utilizzo di alcuni nomi, per esempio tra leopardo e ghepardo. I due felini, in realtà, presentano caratteristiche diverse tra loro.

Un leopardo
Foto di un leopardo

Il leopardo

Il leopardo è un grosso felino massiccio e indolente, più grosso nelle dimensioni rispetto al ghepardo, che solitamente predilige rifugiarsi sugli alberi dove consuma le proprie prede. Il termine leopardo deriva dal nome Panthera pardus e fa parte del genere Panthera. Un leopardo maschio pesa tra i 66 e i 200 chili.

Il leopardo è il felino più piccolo del genere Panthera. Il suo mantello è caratterizzato da una colorazione di base variabile, dal giallo al beige, talvolta al blu scuro, più chiaro sull’addome, sotto la coda e all’interno delle zampe e da particolari macchie nere che in diverse zone del corpo formano delle rosette.







Questo felino possiede potenti muscoli nella schiena che gli permettono di arrampicarsi sugli alberi con abilità e facilità e si distingue dagli altri felidi per la particolare struttura dell’osso ioide, che consente loro di ruggire e nello stesso tempo, permette loro di fare le fusa soltanto espirando (il gatto di casa le fa sia inspirando che espirando).

Ghepardo
Ghepardo

Il ghepardo

Il ghepardo invece è un felino agile e velocissimo molto più piccolo in termini di dimensioni rispetto al leopardo. Tale felino presenta una maculatura uniforme: le macchie sono circolari e di colore nero ma senza rosette. Caratteristica fondamentale, la presenza di una banda nera che parte dal margine interno di ciascun occhio e costeggia i lati del muso fino a giungere ai lati della bocca; misura in media 120–150 cm di lunghezza, cui si sommano 70–80 cm di coda.

Inoltre, il ghepardo è l’unico felide totalmente incapace di arrampicarsi. Per inciso, il suo nome generico Acinonyx significa proprio “unghia che non si muove”.

Il ghepardo è inoltre noto come l’animale più veloce al mondo: nello scatto è in grado di raggiungere i 100 chilometri orari in circa 3 secondi,  mentre quando è lanciato  è in grado di raggiungere velocità comprese tra i 110 ed i 120 chilometri orari. Tuttavia manca di resistenza: questa straordinaria velocità può essere mantenuta solo per brevi distanze.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante