La guerra è dichiarata – Recensione, trailer e trama del film

Print Friendly, PDF & Email

“La guerra è dichiarata” è un film del 2011 che racconta la vera storia di due ragazzi, Juliette e Romeo, che si conoscono ad una festa, si innamorano e hanno un bambino a cui viene diagnosticato all’età di 18 mesi un cancro al cervello. Il loro rapporto vortica attorno a questo evento che spezza qualsiasi certezza e che mette  a dura prova il loro amore.

"La guerra è dichiarata" - Poster e locandina originale (francese)
“La guerra è dichiarata” – Poster e locandina originale (francese)

La vitalità di entrambi e la loro voglia di combattere per se stessi e per il bambino rende il film pieno di vitalità, di passione e di paradossali momenti di felicità e terribili e sconfortanti situazioni tragiche. Il film racconta una storia vera, vissuta dai protagonisti che sono gli attori e sceneggiatori del film: Valérie Donzelli e Jérémie Elkaim. Valérie è anche la regista di questa sua seconda opera, la prima è “La Reine de pommes”.

Alcuni momenti del film, che svelano una tragedia terribile che per fortuna ha un lieto fine benché amaro, non sono condivisibili, non solo per il modo in cui viene raccontata la malattia del bambino ma anche perché in alcuni spezzoni, in cui la tragedia raggiunge tutta la sua drammaticità, certe scelte stilistiche stonano e si rivelano stonate rispetto alla situazione narrata, come ad esempio la voce fuori campo in situazioni in cui non è necessaria o una paradossale gioia di vivere che esplode proprio quando tutto sembra perduto. Tuttavia l’energia dei due protagonisti e la voglia, quasi incontenibile e forse un po’ egoista, della regista di voler raccontare a tutti i costi questa sua storia non inducono a un giudizio negativo.







Non tutti però apprezzeranno il modo scelto da Valérie Donzelli di raccontare la malattia del figlio; al di là del suo finale, questo film coraggioso e indipendente a volte sembra voler rompere per forza gli schemi del nostro comune sentire di fronte alla malattia di un bambino.

Trailer del film “La guerra è dichiarata”

Trama con finale

Juliette e Romeo si conoscono ad una festa, si innamorano la stessa notte e si frequentano per qualche settimana, poi Juliette rimane in cinta. Nasce un maschietto, Adam, che piange spesso ma che unisce ancora di più la coppia. All’età di 18 mesi i genitori scoprono che Adam ha un cancro al cervello e da quel momento la loro vita si trasforma in un calvario. Adam viene operato e il tumore viene rimosso con successo ma una parte, maligna,  rimane nel cervello e si dimostra particolarmente aggressiva.

I genitori non si arrendono e decidono di combattere con tutte le loro energie contro la malattia che costringe il bambino a vivere in ospedale. Vendono il loro appartamento e si trasferiscono vicino al reparto di pediatria. Nel frattempo le loro famiglie si stringono attorno ai due che cercano di vivere il loro rapporto nel modo più intimo e passionale che le circostanze gli permettono. Ma la guerra è troppo lunga e dopo alcuni anni si separano.

Nel frattempo Adam guarisce, ha sconfitto il cancro all’età di otto anni; e anche se la famiglia è divisa, loro tre sono ancora insieme, si amano anche se l’esperienza li ha distrutti e in qualche modo sono ancora uniti nel segno del loro amore.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall’inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante