James Ritty e il primo registratore di cassa

Print Friendly, PDF & Email

Il registratore di cassa è un apparecchio, meccanico od elettronico, per il calcolo e la memorizzazione delle operazioni di vendita che, una volta registrate, vengono stampate su di una ricevuta per il cliente, indicante i dettagli della transazione. Il denaro, sistemato e diviso nei vari tagli, è posto all’interno di un cassetto, la cui apertura è consentita soltanto al termine dell’operazione di vendita, oppure con una speciale chiave.

Uno dei primi registratori di cassa - 1879
Uno dei primi registratori di cassa – 1879

Dopo la Guerra di secessione americana, successivamente al periodo in cui Abramo Lincoln emanò il suo Proclama di emancipazione, James Ritty, gestore di un saloon a Dayton, in Ohio (USA) ideò il primo prototipo di registratore di cassa meccanico, con l’intento di evitare che dipendenti malintenzionati gli sottraessero gli incassi e facilitare così la tenuta della contabilità.







Il 4 novembre 1879 Ritty depositò il brevetto per l’Ohio del “Ritty Model I”. Nel 1883 il brevetto fu depositato su scala nazionale, dopo aver perfezionato la sua creazione con l’aiuto del fratello John. A Dayton, Ritty fondò una società per produrre il suo registratore di cassa: la National Manufacturing Company; nel 1884 venne acquistata da John Patterson, che ne cambiò il nome in National Cash Register Company (NCR Corporation).

La città di Dayton fu inoltre la culla di un’altra invenzione storica: qui infatti i Fratelli Wright videro nascere i presupposti per la riuscita del loro primo volo a motore.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante