L’arte per la vita: intervista a Franco Ciacci

Print Friendly
Franco Ciacci
Franco Ciacci

Franco Ciacci è una di quelle rare, meravigliose persone, che entrano nella vita degli altri in punta di piedi, lasciando un segno indelebile. Classe 1959, originario di Perugia, vive a San Feliciano, nei pressi di Magione (PG). La sua vita è cambiata nel 2007, quando suo figlio Riccardo è morto in un incidente stradale a soli 23 anni. In quel momento terribile, Franco, con la moglie Nicoletta e la figlia Marta, con grande coraggio, hanno deciso di donare gli organi di Riccardo, nella speranza di farlo sopravvivere in qualche modo, regalando ad altri una parte della sua esistenza.

Solo l’anno scorso (2011), in occasione di una trasmissione televisiva, Franco ha potuto incontrare Federico, il ragazzo sardo a cui hanno trapiantato le cornee di Riccardo. Nel rivedere quegli occhi, qualcosa è cambiato dentro di lui. Così, Franco ha abbandonato il lavoro, per dedicarsi alla letteratura e alla pittura. Con i proventi di queste attività, aiuta a finanziare i centri di donazione organi e di trapianti.

Franco, come hai capito che l’arte era la tua nuova strada?

A essere sincero c’è sempre stato in me quel seme, mai innaffiato, che aspettava di germogliare. Ammirare la natura, i suoi colori e profumi, scrutare gli occhi della gente per comprenderne l’anima sono stati i segnali più evidenti. L’incidente di Riky è stata la saetta che ha scatenato in me quella voglia di cambiamento, di abbandonare la quotidianità per ricercare un qualche cosa che mi avvicinasse a lui ed è per questo che ho intrapreso la via della scrittura e della pittura.

Che riscontro c’è, da parte delle persone, nei confronti della tua attività?

A essere sincero sono rimasto piacevolmente colpito dai commenti di chi ha letto i miei libri e visto i miei quadri. Tengo a precisare che non parlo degli amici di sempre (nessuno di loro mai ti direbbe che quello che fai è brutto) ma degli amici conosciuti attraverso internet e specialmente su facebook che hanno letto i miei scritti.

Secondo te, l’opinione pubblica è informata e sensibile nei riguardi della donazione degli organi?

Credo che si potrebbe fare molto di più ma, come ho potuto costatare di persona, non è la scarsa informazione a creare delle barriere ma, purtroppo, un retaggio culturale che ci portiamo dietro da centinaia di anni.







Cosa ispira le tue opere?

La fantasia, pura fantasia che è per me più importante dell’ossigeno. Purtroppo talvolta è difficile compiere “voli” perché, sovente, il viaggio arriva al pensiero di Riky e lì, a quel punto, tutto si ferma, si frantuma e precipito come un sasso nella realtà quotidiana.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Progetti personali nessuno; non m’interessano i soldi, le auto, i viaggi ecc. Gli unici miei punti di riferimento sono mia moglie Nicoletta, mia figlia Marta (che si è sposata e ora vive lontano da Perugia) e anche quel pazzerello del mio cane Muffin che mi tiene tanta compagnia. Progetti ne ho solo per gli altri e dedicare il mio tempo libero a chi è in angustia perché, quando si passano momenti come i miei, si capisce che la vita è diversa, non è quella della famiglia del “Mulino Bianco”.

Il tuo messaggio per i giovani, e per il mondo …

Molto semplice, i giovani sono il mondo e il mondo è per i giovani. Si parla tanto male di loro ma ti posso assicurare che cosi non è, il 90% di loro sono sani, belli, intelligenti e impegnati sia nello studio che nel sociale. Purtroppo i media danno solo spazio a quei pochi che rovinano il buono che c’è nella maggior parte di loro che sono il nostro futuro.

Grazie, Franco.

Per chi volesse acquistare i romanzi di Franco “Grazie, preferisco il Cynar” e “Voci della collina”, è possibile contattare direttamente l’autore al suo indirizzo email: [email protected]







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Laura Bondi

Laura Bondi

Scrittrice (Autrice del BestSeller 2012 di Amazon "Il Diario di una Cameriera", "Il posto segreto del cuore", "Cofanetto Rosa" ed il nuovo "Incubo a Dubai"), Blogger, Insegnante, Traduttrice, Laura Bondi per Biografieonline intervista personaggi famosi o emergenti e scrive contenuti di carattere culturale.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante