Doodle Google dedicato a Robert Moog, inventore del sintetizzatore

Print Friendly, PDF & Email

Il 23 maggio 2012 Google ha celebrato la nascita di Bob Moog, al secolo Robert Arthur Moog, inventore dello strumento elettronico musicale che porta il suo nome, il “Moog”, vero antesignano dei moderni sintetizzatori musicali, utilizzati soprattutto nel campo della musica elettronica.

Per approfondire la vita e la storia di Bob Moog vi invitiamo a leggere l’articolo seguente: Biografia di Robert Moog.

Robert Moog
Robert Moog

Nello zoom dell’immagine di seguito è possibile invece apprezzare la grafica del Doodle.

Doodle Google del 23 maggio 2012, dedicato a Robert Moog
Doodle Google del 23 maggio 2012, dedicato a Robert Moog

Per l’occasione della celebrazione della nascita dell’ingegnere statunitense il doodle ha presentato anche un’animazione… musicale: cliccando i tasti bianchi e neri della tastiera vengono emessi i suoni, ma si possono anche apportare modifiche ai livelli sonori, intervenendo sui potenziometri posti sulle lettere che compongono il logo Google.







Ricordiamo anche il pensiero di Moog, che coinvolge due concetti fondamentali della sua opera, tecnica e passione:

Quando un pianista si siede ed esegue un pezzo virtuoso, in senso tecnico sta trasmettendo informazioni ad una macchina più di quanto consenta qualsiasi altra attività umana che coinvolge macchine.

Robert Moog in una vecchia fotografia
Robert Moog in una vecchia fotografia

O ancora:

Ciò che mi ispira non è tanto la musica in sé, quanto la possibilità di interagire con i compositori. Penso che questo è ciò che mi ha guidato in tutto quello che ho fatto.







Aiutaci. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly, PDF & Email
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante