Berthe Morisot con cappello nero e mazzolino di violette (opera di Edouard Manet)

Print Friendly
Berthe Morisot
Berthe Morisot

Berthe Morisot con cappello nero e mazzolino di violette è stato dipinto da Edouard Manet nel 1872. La tecnica utilizzata è olio su tela e il dipinto misura 55 x 40 cm. Attualmente appartiene ad una collezione privata.

La modella ritratta è un’allieva dell’artista. Si sono conosciuti tramite Eugène Manet, fratello del pittore, e si sono frequentati per lungo tempo ma il loro è un rapporto che si sviluppa solo sul piano artistico, essendo anch’ella una pittrice. Nel 1874 Berthe sposa Eugène da cui avrà una figlia, Julie.

In questo quadro, a differenza dei ritratti precedenti, Manet decide di creare una luce molto intensa che proietta da sinistra sulla modella. La scelta di ritrarla vestita di nero, mostrando una capacità straordinaria nel gioco di luci e ombre e nell’ utilizzo del colore nero, permette a Manet  di esaltarne ancora di più la bellezza e la profondità dello sguardo.

L’intensità del volto è accentuata dal colore degli occhi, neri, scelta questa che implica un cambiamento della realtà perché la ragazza li aveva verdi.

Il dipinto è fra i più affascinanti e magnetici di Manet: una volta ultimato venne considerato da molti uno dei suoi  capolavori assoluti.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Fulvio Caporale

Fulvio Caporale

Fulvio Caporale è nato a Padova e vive a Milano. Laureato in Scienze Politiche svolge la professione di consulente editoriale e pubblicitario. Collabora con case editrici e giornali cartacei e online occupandosi di libri, arte ed eventi culturali. Ha tradotto testi letterari e tecnici dallo spagnolo, dal portoghese, dall'inglese e dal catalano.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante