Come si misura l’altezza sul livello del mare di una città?

Print Friendly

L’altezza sul livello del mare di una città si misura attraverso particolari strumenti, come il mareografo, che registrano le variazioni del livello del mare e ne stabiliscono il valore medio in un determinato periodo e in un determinato luogo, sempre tenendo conto che il livello del mare corrisponde al valore “zero”. Gli studiosi della materia si occupano di ipsografia, ovvero lo studio delle altitudini.

L'altezza sul livello del mare: mareografo
I risultati analitici e statistici di un mareografo (Piazza San Marco, Venezia)

L’altezza del livello del mare è tra le coordinate principali da considerare, insieme alla latitudine e alla longitudine, coordinate fisse, mentre l’altezza è una coordinata relativa. Per misurare l’altitudine (metri sopra livello del mare) delle città e dei paesi, bisogna iniziare la misurazione partendo dal piano terra della sede del Municipio di ogni città.

Se si prende in considerazione l’Italia definita Continentale, la quota di riferimento è misurata da vari mareografi, tra cui quelli di Genova, Catania e Cagliari. Quando ci si reca nei paesi di montagna, è classico vedere, nella cittadina o paese che si trova adagiata sul fianco di una montagna, il cartello di benvenuto con scritti il nome del paese e la sua altezza s.l.m.

Sommozzatori recuperano un mareografo
Sub recuperano un mareografo sott’acqua: all’interno del mareografo i sensori computerizzati registrano gli spostamenti dell’acqua.

Secondo quanto rivelato da vari studi che si occupano di questi rilievi, tra i comuni più alti d’Italia figura Sestriere in Piemonte a 2.035 metri sul livello del mare, poi Livigno in Lombardia e Chamois in Valle D’Aosta che si trovano a un livello di 1.816 m s.l.m. Mentre tra i capoluoghi più alti d’Italia vi sono Enna, a 939 m s.l.m., e Potenza, a ben 819 m s.l.m.







L’altitudine viene misurata in metri nei vari paesi europei, mentre negli Usa e nel Regno Unito la misura di riferimento è il “piede”.

Anche nel campo aeronautico si utilizza il termine altitudine, o quota, per indicare la distanza verticale che c’è tra il velivolo rispetto al livello medio del mare, solitamente misurata in “piedi”.

La cima più elevata al mondo è senza dubbio quella dell’Everest che si trova a ben circa 8.850 metri sul livello del mare (poco più alta del K2 : 8.609 metri).

Infine il grattacielo più alto del mondo è il Burj Khalifa, a Dubai.







Aiutaci a farci crescere. Se ti è stato utile, segnala questo articolo

Print Friendly
Stefano Moraschini

Stefano Moraschini

Stefano Moraschini si occupa di web dal 1999. Legge e scrive su, per, in, tra e fra molti siti, soprattutto i suoi, tra cui questo. Quando non legge e non scrive, nuota, pedala e corre. Oppure assaggia vini, birre e cibi. Fa anche altre cose, ma sono meno interessanti. Puoi metterti in contatto con lui su Google+, Twitter, Facebook e Instagram.

L'articolo è interessante?
Lascia un commento per favore. La tua opinione è importante